Tasse

Tasi, come e quando pagarla

Ecco cosa è cambiato dal 1 gennaio 2020

La legge di bilancio 2020, con decorrenza al 1 gennaio, ha modificato la tassazione comunale sugli immobili. In particolare è stata abolita la Tasi (Tributo per i servizi indivisibili), ad eccezione delle disposizioni relative alla tassa sui rifiuti (TARI). Per cui è stata abolita la Tasi ed istituita la nuova IMU.

Per gli immobili che nel 2019 erano soggetti a Tasi (vale a dire i cosiddetti “beni merce” e gli immobili rurali strumentali all’attività agricola) a seguito dell’abolizione di tale imposta nel 2020 non dovrà essere effettuato nessun versamento Tasi, ma si avverte però che, poiché per legge tali fattispecie potrebbero essere ricondotte all’interno dell’IMU, è necessario verificare se con l’approvazione delle aliquote IMU 2020 esse verranno assoggettate a tale imposta dal 01/01/2020. "Se ciò avvenisse, sarà necessario versare l’IMU dovuta per tutto l’anno in sede di saldo, senza applicazione di sanzioni o interessi" si legge sulla pagina dedicata del Comune di Firenze.

La nuova Imu 2020 mantiene l'esenzione già prevista per Imu e Tasi per l'abitazione principale. Non è più prevista, invece, l'esenzione per l'unità immobiliare disabitata di titolari di pensioni estere (iscritti all'Aire). Inoltre, a seguito di abolizione della Tasi non è più prevista la quota per l'inquilino. Le nuove aliquote sono date dalla sommatoria di quelle applicabili in precedenza per Imu e Tasi.

Come e quando si paga la ex Tasi oggi accorpata all'Imu

Ricapitolando non esiste più il tributo denominato Tasi, ma è stato accorpato all'Imu. Il versamento dovrà avvenire in due tranche:

Prima rata, acconto 2020

Gli atti comunali che determinano fattispecie ed aliquote 2020 sono tuttora in corso di definizione, essendo stato posticipato il termine utile per la loro approvazione, a causa delle conseguenze dell’emergenza sanitaria. Per la disciplina dell’acconto IMU 2020, pertanto, si deve tenere presente quanto segue:

  • la scadenza della rata di acconto è invariata ed è fissata per il 16 giugno;
  • il versamento - se le nuove aliquote non verranno approvate e pubblicate in tempo utile per poter essere applicate prima della suddetta scadenza - potrà avvenire computando l’imposta dovuta per il primo semestre con le medesime aliquote in vigore per l’anno 2019 ed utilizzando le regole applicative previste per tale anno e contenute nella scheda IMU 2019;

Seconda rata, saldo a conguaglio

  • Ove il versamento dell’acconto venisse effettuato come sopra, cioè applicando le aliquote in vigore per l’anno 2019, l’eventuale conguaglio d’imposta sarà effettuato a cura del contribuente in occasione della rata di saldo, la cui scadenza è fissata per il 16 dicembre, da versare sulla base dei conteggi effettuati applicando le aliquote 2020 definitivamente deliberate dal Comune.

Le modalità di versamento restano le medesime dell’anno precedente e sono due: 

  1. MODELLO F24
    E' gratuito e non comporta spese di commissione. Il codice identificativo del Comune di Firenze da indicare è D612. Questi sono i codici tributo, da utilizzare nella “Sezione IMU e altri tributi locali” del modello F24, per gli immobili per i quali si è tenuti al pagamento dell’imposta: Schermata 2020-07-01 alle 16.13.46-2
  2. BOLLETTINO POSTALE IMU
    Il bollettino è appositamente predisposto e disponibile presso gli uffici postali; il costo del versamento corrisponde alle spese di commissione previste per un bollettino postale ordinario. Il codice identificativo del Comune di Firenze da indicare è D612. Il versamento deve essere effettuato sul c/c n. 1008857615, valido indistintamente per tutti i comuni del territorio nazionale.

Il Comune di Firenze ha messo a disposizione dei cittadini un portale in cui poter calcolare l'Imu.

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate è possibile verificare la rendita catastale dell'immobile.

Emergenza sanitaria cosa cambia

SERVIZIO DI INFORMAZIONI IMU DAL 1° GIUGNO 2020

Gli sportelli di ricevimento del pubblico della nostra sede di Via del Parione 7 sono chiusi.

Per agevolare l’utenza e limitarne gli spostamenti, è fornito un equivalente servizio straordinario di informazione da remoto, attraverso canale telefonico e telematico, oltre all’ordinario servizio di primo livello offerto dal call center allo 055055.

Dal 1° giugno 2020 sono attivi:
• due linee telefoniche dedicate, ai numeri 0552769420 e 0552769533, con i seguenti orari: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9,00 alle 13,00; giovedì dalle 15,00 alle 17,00
• una casella di posta elettronica specificamente adibita alle informazioni sull’imposta all’indirizzo info.imu@comune.fi.it

QUI maggiori informazioni sul pagamento della prima rata a seguito dell'emergenza

Riferimenti e contatti
Ufficio Direzione Risorse Finanziarie - Servizio Entrate
Referente P.O. Gestione IMU, TASI, TARI e Pubbliche Affissioni
Responsabile Nantele Francesco
Indirizzo Via del Parione, 7 - 50123 Firenze
Tel 055055 - dalle ore 8 alle ore 20 dal lunedì al sabato
Orario di apertura
Il servizio di ricevimento allo sportello è momentaneamente sospeso per le conseguenze dell'emergenza sanitaria. Dal 01/06/20 è attivo il nr. 0552769420 con orari: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00; giovedì dalle 15.00 alle 17.00.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasi, come e quando pagarla

FirenzeToday è in caricamento