La storia delle maschere di Carnevale toscane

Aspettando la feste più colorata dell’anno, ripercorriamo insieme la storia delle maschere del carnevale toscano

Stenterello in una pittura del 1800 (Wikipedia)

Re Giocondo

In provincia di Arezzo, precisamente a Foiano della Chiana, si festeggia uno dei Carnevali più antichi d’Italia, una tradizione che risale al lontano 1539.

Tra le sue maschere tradizionali Foiano c’è Re Giocondo, protagonista della caratteristica sfilata di carri allegorici, nonché emblema del Carnevale stesso. Durante i festeggiamenti, Re Giocondo diviene protagonista di un rito antichissimo, forse di origine contadina.

Ogni anno questo fantoccio gigante fatto di stracci e paglia viene imbottito di petardi e, dopo aver letto il suo testamento in rima che ripercorre l’anno appena trascorso, viene bruciato con delle lanterne nella piazza principale della città.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • In Toscana torna il weekend in zona gialla: cosa si può fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento