menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il parco delle Cascine

Il parco delle Cascine

Storia e origini della Festa del Grillo

Chi ha vissuto la propria infanzia a Firenze non può aver dimenticato questa festa popolare, quando il giorno dell’Ascensione si andava alle Cascine per comprare una gabbietta con dentro un grillo. Ecco come nasce questa antica tradizione fiorentina

Le sue origini si perdono nella notte dei tempi, sebbene fin dall’epoca del Granducato il popolo fiorentino era solito recarsi alle Cascine - che per l’occasione venivano eccezionalmente aperte al pubblico - il giorno dell’Ascensione.

In quel giorno di festa l’avvenimento saliente era costituito dal passaggio delle carrozze granducali e delle famiglie più importanti della città. Solo in tempi più recenti venne introdotta l'usanza di acquistare una gabbietta colorata contenente un piccolo grillo, trasformando questo giorno di festa in uno degli eventi più attesi dai piccoli fiorentini.

Le origini della Festa del Grillo

Esistono due differenti versioni sulla nascita della festa del grillo. La prima sostiene che l’evento rappresenti una vera e propria celebrazione dell’insetto canterino, considerato un portafortuna nonché simbolo della primavera stessa.

Secondo altri, invece, la festa sarebbe nata per ridurre il numero di grilli presenti, ritenuti assolutamente nocivi e dannosi per le campagne e i raccolti. Presentandosi in orde massicce, l’insetto invadeva le colture e costituiva una grave calamità per gli agricoltori della zona.

Un’ipotesi avallata anche dallo storico del ‘500 Agostino Lapini, che nel suo “Diario Fiorentino” scrive: “A' dì 8 di luglio 1582, nel popolo di San Miniato a Strada (…) vi comparse tanta e sì grande quantità di grilli che divororno ogni cosa; di maniera che si comandò a parecchi populi di detto paese che andassino 'ammazzargli, e vi si ragunorno più di mille uomini (…). Morironsi detti grilli, se non tutti la maggior parte".

La Festa del Grillo oggi

A partire dal 1999 il Comune di Firenze, varando un regolamento a tutela degli animali, ha vietato la vendita di grilli veri, che sono stati sostituiti con delle riproduzioni inserite nelle tradizionali casette colorate.

Negli anni 2000 la tradizione della Festa del Grillo è stata in parte recuperata, con la tipica fiera - mercato all'interno del parco delle Cascine durante le domeniche di Quaresima. E voi ricordate la Festa del Grillo di Firenze? Raccontatecelo sulla pagina Facebook di FirenzeToday.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, netto calo dei nuovi casi in Toscana: sono 644

  • Cronaca

    Aerei: caccia in volo sopra Firenze / VIDEO

  • Economia

    Rider: accordo Regione-sindacati per i diritti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento