Pitti Uomo: le sfilate più attese

Dall'abbigliamento per il giardinaggio alla prima sfilata di K-Way. Per le sfilate sono stati scelti alcuni dei luoghi più belli di Firenze

Le sfilate più attese e le più particolari di questo Pitti Uomo.

Giardinaggio ma con stile. Fiskars con Maria Korkeila

Palazzo Pucci, il 7 gennaio alle 21:00

Fiskars, iconico brand finlandese noto in tutto il mondo per i suoi utensili di alta qualità per la casa e il giardino, collabora con la stilista di moda e textile Maria Korkeila per lanciare la sua prima collezione di abbigliamento e accessori progettati per il giardinaggio e l'esplorazione urbana. Moda contemporanea e funzionalità vanno di pari passo con la nuova capsule collection Fiskars by Maria Korkeila, caratterizzata da capi di abbigliamento da giardino moderni che affondano le radici nella tradizione del design nordico di Fiskars, mentre la collezione unisex workwear-meets-streetswear presenta 11 modelli indispensabili, dall'abbigliamento modulare alle borse e agli accessori multifunzionali.

I pezzi versatili includono una giacca con tasche resistenti e orlo staccabile, cappuccio e maniche, e una cintura per attrezzi che può essere convertita in una moderna borsa in vita, dando un significato completamente nuovo all'urban gardenwear. Realizzata con materiali organici e riciclati e pelle vegan, la collezione presenta modelli audaci e ispirati alla natura in uno schema cromatico che ricorda le iconiche forbici Fiskars dal manico arancione. Presentata in anteprima a Firenze a Palazzo Pucci, la collezione sarà disponibile online sul sito di Fiskars in alcuni mercati europei e negli Stati Uniti a partire da agosto 2020.

Otherwise Formal

Fortezza da Basso, Piazzale delle Ghiaia

L'8 gennaio alle 12:00

Per la 97esima edizione di Pitti Uomo, la rivista di moda e cultura contemporanea Dust Magazine curerà una sfilata-evento alla Fortezza da Basso. Un nuovo progetto che esplora quello che è probabilmente uno dei maggiori contributi dati dal salone alla moda maschile: il superamento dei confini di ciò che può essere considerato formale e delle regole del vestire elegante.

Un esercizio continuo che nelle varie edizioni è riuscito a coniugare elementi apparentemente molto distanti, come il gusto sartoriale e i codici degli stili più classici, con l’abbigliamento casual e lo sportswear. Questi aspetti dell’everyday-wear per l’everyday man saranno celebrati secondo l’originale punto di vista della rivista in uno show che vedrà i capi e i look di una selezione di brand italiani e internazionali che partecipano al salone uscire dagli stand per sfilare negli spazi aperti della Fortezza.

Un’esperienza immersiva e una nuova prospettiva, che pone il pubblico di fronte alla domanda: “Cos’è il nuovo formale oggi?”. “Il nuovo formale è un’identità che continua a crescere nella geografia del menswear contemporaneo”, dice Antonio Cristaudo, direttore commerciale e sviluppo di Pitti Immagine. “Pitti Uomo ha dato impulso a quest’evoluzione sin dai suoi esordi, offrendo di edizione in edizione la ribalta a un numero sempre maggiore di aziende italiane e internazionali che contribuiscono a superare i confini della classicità sartoriale.

La sfilata curata dal team creativo di DUST magazine –che accade nel cuore del salone, nella scalinata e nel cavedio di fronte al Padiglione Centrale – sarà l’occasione per valorizzare ulteriormente i brand che con le loro collezioni stanno riscrivendo le regole del vestire elegante per le nuove generazioni.” “Il titolo italiano che abbiamo scelto per l’evento può sembrare molto classico, quasi didascalico,” dicono Luca Guarini e Luigi Vitali, rispettivamente creative director ed editor-in-chief di DUST Magazine. “In realtà ha una doppia lettura rifacendosi a un verso di una canzone dei CCCP dell'86: ‘Io sto bene’, voce di una crisi generazionale che torna attuale nella disillusione del nostro presente. Viviamo in un contesto segnato da precarietà sociale, economica, climatica, in cui è difficile percepire se stessi e quello che si vuole".

Ecco i nomi dei brand: Ahirain, Altea, Alto Milano, Buttero, Camo, Cellardoor, Corelate, Côte&Ciel, Delirious Eyewear, Doppiaa, Doucal's, Drumohr, Faliero Sarti, Finamore 1925 Napoli, Fortela, Fpm Fabbrica Pelletterie Milano, Gallo, Harris Wharf London, Hestra, Hevo', Jacques Solovière Paris, Kired, L.B.M. 1911, Lardini, Mario Portolano, Mismo, Officine Creative, O'keeffe, Oliver Spencer, Pierre Louis Mascia, President's, Pt Torino, Ræburn, Roberto Collina, Scaglione, Sease, Sunspel, Superduper Hats, Ten C, Tombolini, Traiano, Tricker's, Xacus. Sponsor per make up e hair styling: makeup di Accademia Trucco Liliana Paduano, Hairdresser Dario Manzan utilizzando System Professional MAN di Wella.

Sergio Tacchini al Tepidarium del Roster

L'8 gennaio dalle 18:30 alle 21:30

Il brand italiano di sportswear Sergio Tacchini presenta a Pitti Uomo una retrospettiva che celebra l'eredità del marchio e mette in evidenza l'ultima collezione di nuova proprietà e la nomina di Dao-Yi Chow come Global Creative Director. Fondato nel 1966 dal tennista italiano, Sergio Tacchini è un marchio globale di abbigliamento sportivo sinonimo di stile ed eleganza italiana che ha ottenuto negli anni un riconoscimento internazionale grazie all'appoggio di alcuni dei più grandi campioni di tennis di tutti i tempi, tra cui John McEnroe, Jimmy Connors, Vitas Gerulaitis, Mats Wilander, Gabriela Sabatini, Pete Sampras, Martina Hingis e Novak Djokovic.

La collezione Fall Winter 2020 prende ispirazione e si concentra sull'idea di tribù, di movimento e di come tutto questo si intreccia e si riunisce. L'ispirazione è quella di guardare al passato, alle crew che hanno adottato il marchio Tacchini nel corso degli anni e prendere spunto dagli eroi atletici in campo che hanno dato il tono per lo spirito del campionato.

La prima sfilata di K-Way

Nel palazzo Borsa Valori l'8 gennaio, alle 20:00

Classico, contemporaneo, tecnologico, funzionale, colorato. Cinque aggettivi che sintetizzano un’icona. È K-Way, il marchio dell’antipioggia per eccellenza che – a 15 anni dalla sua acquisizione da parte del gruppo torinese BasicNet – sceglie Pitti Immagine Uomo 97 per celebrare, con una sfilata, il suo ormai consolidato rilancio.

K-Way porta in passerella i suoi capi più rappresentativi: dai classici dell’outerwear – le intramontabili giacche antipioggia e antivento – ai modelli più elaborati; dai tradizionali double face a una variegata brand extension, diventata rapidamente stile. Al Palazzo Borsa Valori di Firenze K-Waysi racconta a Pitti attraverso i suoi capi iconici, all’interno di uno scenografico fashion show che si ispira al patrimonio del brand e attraverso il suo celebre slogan “Let it rain”.

A margine, ma non marginalmente, K-Way è tra i protagonisti dell’approfondimento culturale Marchi da Dizionario, anch’esso allestito al Palazzo Borsa Valori di Firenze, negli spazi antistanti la sfilata. Un viaggio tra quei marchi indelebili entrati a pieno titolo nelle lingue del mondo. E nel mito. 

Telefar

A Palazzo Corsini il 9 gennaio alle 17:00

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il rivoluzionario brand unisex Telefar sarà lo Special Project di Pitti Uomo n. 97. Telfar Clemens – che ha fondato il brand nel 2005 a New York – porterà il suo concetto di moda fluida, ’simplex’ (simple + complex) a Firenze con un evento speciale, in programma giovedì 9 gennaio.

“Telfar Clemens è una delle figure più interessanti della scena contemporanea – dice Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi speciali di Pitti Immagine – da quindici anni promuove con tenacia un’idea di moda e di business inclusiva e accessibile, con un progetto in cui si fondono in modo inaspettato estetica, arte, identità di genere e funzionalità. Siamo felici di offrirgli l’opportunità di presentarsi alla platea di Pitti Uomo, e sono certo che l’evento di Firenze aggiungerà ulteriori significati a un messaggio già forte e coinvolgente”.

“Siamo onorati dell’invito a sfilare a Pitti Uomo – dice il fondatore Telfar Clemens – dove il senso profondo della storia e della sua continuità sono lo sfondo perfetto per qualcosa di totalmente nuovo”.

Gli eventi da non perdere alla Fortezza

Tutti i vip alla Fortezza

4 eventi da non perdere

Gli eventi in città

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento