10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

Tra storia e leggenda, ecco le origini delle espressioni fiorentine più curiose che potreste sentire nel capoluogo toscano

Dopo le espressioni inventate da Dante Alighieri ancora in uso e le parole più peculiari del vernacolo, vi raccontiamo le origini delle espressioni fiorentine più curiose che potreste sentire nel capoluogo toscano.

1) "Sei un bischero!"

Nonostante l'incerta etimologia, è indubbio che il termine "bischero" tragga le sue origini dal nome di un'antica famiglia fiorentina. Le prime notizie sui Bischeri risalgono addirittura al XII secolo: tra le più ricche di tutta Firenze, la casata aveva numerosi possedimenti nella zona tra via dell'Oriuolo e piazza del Duomo, esattamente a quell'incrocio che ancora oggi porta il nome di “Canto dei Bischeri”.

Si racconta che questi signorotti avessero la maggior parte delle proprietà esattamente nel punto in cui, verso il 1294, la Repubblica Fiorentina cominciò a progettare la costruzione del Duomo. Il governo, al fine di acquistare i possedimenti e liberare così la zona, offrì alla casata un'ingente somma di denaro. 

Non volendo cedere sul prezzo, i Bischeri rifiutarono l'offerta: il governo però, stanco delle lunghe trattative, decise di espropriare tutti i possedimenti, per poi risarcire la casata fiorentina con pochi soldi d'indennizzo. Un'altra celebre versione riporta invece che fu un incendio a distruggere completamente la zona, lasciando la facoltosa famiglia, che fino ad allora aveva rifiutato di cedere alle richieste del governo, senza il becco di un quattrino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comunque sia andata, le cronache del tempo riportano che i Bischeri furono costretti a lasciare la città, per poi farvi ritorno soltanto nel '500 e dopo aver mutato il loro cognome in Guadagni. Il vecchio nome della casata era ormai bollato d'infamia: ed è da allora che in tutta la regione il termine “bischero”, sebbene spesso usato affettuosamente, indica una persona poco furba e profondamente ingenua. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento