5 locali di Firenze dove bere un negroni

Nato nel 1920 a Firenze, è uno dei cocktail più amati d'Italia: ecco 5 indirizzi dove provarlo in città

Correva l'anno 1920 quando a Firenze il conte Camillo Negroni, un uomo vivace, ribelle e grande viaggiatore, ideò quello che sarebbe divenuto uno dei cocktail più amati di sempre.

Il conte frequentava giornalmente il Cafè Casoni nell'attuale via de' Tornabuoni (il locale oggi ospita il Caffè Giacosa). Stanco del solito Americano, un giorno chiese al barman di cambiare la ricetta classica (bitter Campari, Vermouth rosso e seltz) mettendo del gin al posto del seltz e aggiungendo una fetta di arancia e della scorza di limone nel bicchiere.

Nacque così il cocktail del conte Camillo Negroni: la ricetta originale, come riportato nel libro di Luca Picchi, è composta da 1/3 di vermouth rosso (probabilmente Martini), 1/3 di bitter Campari, 1/3 di Gordon’s gin, uno spruzzo di soda, mezza fetta di arancia e una scorza di limone.

Accanto alla ricetta classica, oggi vengono preparate tanissime versioni di questo celebre cocktail: ecco 5 indirizzi fiorentini dove potete gustare i migliori Negroni della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento