5 locali di Firenze dove bere un negroni

Nato nel 1920 a Firenze, è uno dei cocktail più amati d'Italia: ecco 5 indirizzi dove provarlo in città

Correva l'anno 1920 quando a Firenze il conte Camillo Negroni, un uomo vivace, ribelle e grande viaggiatore, ideò quello che sarebbe divenuto uno dei cocktail più amati di sempre.

Il conte frequentava giornalmente il Cafè Casoni nell'attuale via de' Tornabuoni (il locale oggi ospita il Caffè Giacosa). Stanco del solito Americano, un giorno chiese al barman di cambiare la ricetta classica (bitter Campari, Vermouth rosso e seltz) mettendo del gin al posto del seltz e aggiungendo una fetta di arancia e della scorza di limone nel bicchiere.

Nacque così il cocktail del conte Camillo Negroni: la ricetta originale, come riportato nel libro di Luca Picchi, è composta da 1/3 di vermouth rosso (probabilmente Martini), 1/3 di bitter Campari, 1/3 di Gordon’s gin, uno spruzzo di soda, mezza fetta di arancia e una scorza di limone.

Accanto alla ricetta classica, oggi vengono preparate tanissime versioni di questo celebre cocktail: ecco 5 indirizzi fiorentini dove potete gustare i migliori Negroni della città.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

  • Addio allo stress da posto fisso: così amore e viaggio ci hanno cambiato la vita

Torna su
FirenzeToday è in caricamento