Carta di identità elettronica: cos'è e come si ottiene

Qui le informazioni per ottenere la carta d'identità elettronica nel comune di Firenze

La C.I.E. ha la stessa validità legale della Carta d'identità cartacea. In più potrà essere utilizzata come carta elettronica di accesso ai servizi telematici della Pubblica Amministrazione.
La C.I.E. (carta di identità in formato elettronico) viene rilasciata soltanto a chi la chiede per la prima volta oppure deve rifarla perchè la propria è scaduta, smarrita o rubata (in queste utline due ipotesi deve essere fatta denuncia a Polizia o Carabinieri)

La C.I.E. (carta di identità in formato elettronico) NON E' RILASCIABILE AI MINORI DI ANNI 12.

L'attuale programma per il rilascio della C.I.E. prevede l'apposizione della firma e quindi non è rilasciabile ai minori di 12 anni che non possono firmare, come indicano le recenti norme in merito a carte di identità per minori.

In generale la carta di identità viene rilasciata a tutti i cittadini aventi residenza nel Comune di Firenze.
Non esistono più limiti di età per il rilascio ma solo una diversa validità temporale a seconda dell'età:

   -  vale 5 anni per i minori di età compresa tra 12 e 18 anni;
  -   vale 10 anni per i maggiori di 18 anni.

Dal 9 febbraio 2012 sono rilasciati o rinnovati con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarenne altrimenti prevista per il documento medesimo.
Modalità di richiesta

Il rilascio della C.I.E. viene effettuato direttamente a Palazzo Vecchio - Piazza della Signoria - Anagrafe/piano terreno , solo su prenotazione chiamando il nr 055 2616751  (ogni VENERDI' dalle ore 9 alle ore 12:30). Il rilascio è immediato (si segnala tuttavia che a causa di problemi tecnici non dipendenti dal Comune di Firenze ma dal Sistema Nazionale di Controllo della carta potrebbero esservi interruzioni, sospensioni o potrà rendersi impossibile il rilascio della C.I.E.-  

A) PER CHI LA RICHIEDE PER LA PRIMA VOLTA:

presentarsi personalmente presso la postazione C.I.E. che si trova presso l'Ufficio Anagrafe - piano terra di Palazzo Vecchio con

    un documento di identificazione;

    non occorre presentare fotografie in quanto la foto viene scattata dalla postazione di rilascio della C.I.E.

Consegnando questo documento la carta d'identità viene rilasciata direttamente all'interessato, attendendo il tempo necessario alla emissione. Se non si possiede altro documento, l'identificazione avviene mediante 2 testimoni maggiorenni; nel caso di minori, devono presentarsi i genitori con un loro documento valido.

Se si vuole il documento valido per l'espatrio occorre:

sottoscrivere sul modello fornito dall'impiegato allo sportello, la dichiarazione che non ci si trovi in alcuna delle condizioni ostative previste per il rilascio del passaporto.

PER I MINORI: il minore deve essere presente ed i genitori (o un genitore da solo, munito di assenso dell'altro - vedi modulistica) sottoscrivono l'istanza e la dichiarazione che il minore non si trova in alcuna delle condizioni ostative previste per il rilascio del passaporto e il relativo assenso all'espatrio.

La dichiarazione deve essere sottoscritta da entrambi i genitori o da uno dei due, munito di assenso dell'altro. Nel caso di rifiuto all'assenso da parte di un genitore è possibile supplire a ciò mediante l'autorizzazione del Giudice Tutelare.

N.B. I genitori separati legalmente, divorziati, celibi o nubili, che hanno figli minori, hanno l'obbligo di munirsi dell'autorizzazione del Giudice Tutelare.
L'autorizzazione del Giudice Tutelare non è necessaria quando il richiedente abbia l'assenso dell'altro genitore o quando sia titolare esclusivo della potestà sul figlio (Legge 1185 del 21/11/67 art. 3 comma b).

L'autorizzazione del Giudice Tutelare non occorre per i genitori naturali conviventi.
B) RINNOVO DELLA CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA

La carta d'identità elettronica può essere rinnovata 180 gg. prima della scadenza di validità. E' necessario riconsegnare allo sportello quella precedente.

Nel caso di furto o smarrimento, occorre presentare altro documento di riconoscimento e la denuncia resa presso le Autorità competenti (Commissariato di Polizia o Stazione dei Carabinieri).

Anche le carte d'identità elettroniche ancora valide alla data del del 25 giugno 2008 (e cioè rilasciate dal 26.06.2003 in poi), hanno validità 10 anni a condizione che vengano convalidate dai competenti uffici del Comune di residenza ( a Firenze: ufficio rilascio C.I.E. c/o Anagrafe, piano terra, Palazzo Vecchio, II° cortile), mediante rilascio di attestazione su apposito modulo della estensione a 10 anni della validità della C.I.E. L'attestazione di proroga della validità può essere rilasciata esclusivamente dalla postazione comunale di emissione. La richiesta della attestazione della proroga può essere presentata da persona diversa dall'intestatario, se munita di apposita delega, come previsto dall'art.38 del DPR.n.445/2000 e della carta d'identità elettronica dell'intestatario.
NB: Si fa presente che in alcuni Paesi (specie in Bulgaria, Egitto, Guadalupa, Macedonia, Martinica, Romania, Svizzera, Tunisia, Turchia e Bosnia Erzegovina) sono state segnalate difficoltà nel riconoscimento delle carte d'identità elettroniche rinnovate con attestazione - per ulteriori informazioni si veda link sottostante del Ministero degli esteri - in questi casi, si consiglia la sostituzione della medesima carta di identità (elettronica o cartacea).

CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI:

 Per i cittadini Comunitari residenti e Stranieri residenti, la C.I.E. viene rilasciata non valida ai fini dell'espatrio.

Oltre alla documentazione prevista per i cittadini italiani e i comunitari, i cittadini stranieri devono presentare, in originale, il permesso di soggiorno valido oppure copia del permesso di soggiorno scaduto e della ricevuta (in originale) attestante l'avvenuta richiesta di rinnovo presentata prima della scadenza del permesso di soggiorno o entro sessanta giorni dalla scadenza dello stesso.
Costi
Euro 25,42  (da pagare in contanti al momento del ritiro della C.I.E.)

Avvertenze
 La C.I.E. viene rilasciata solo se il codice fiscale del richiedente risulta validato dalla Agenzia delle Entrate ed il nominativo del richiedente risulta presente nell'Indice Nazionale delle Anagrafi (I.N.A.)

Contestualmente alla C.I.E. vengono consegnati al richiedente, tre codici segreti:

-il P.I.N.(Personal Identification Number) per utilizzare il certificato personale in sicurezza;

-il P.U.K. (PIN Unblocking Key) per sbloccare il certificato personale dopo tre digitazioni errate del PIN;

-il C.I.P. (Codice Identificativo Personale) per comunicare al call center del sistema di sicurezza del circuito di emissione C.I.E., il furto o smarrimento della C.I.E. ed inibire l'utilizzo del certificato personale di sicurezza.

N.B. In caso di furto o di smarrimento della C.I.E., per  inibire definitivamente l'utilizzo del certificato personale occorre presentarsi presso la Segreteria della Direzione Servizi Demografici (Palazzo Vecchio) muniti della denuncia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento