Contributi per famiglie con minori disabili: come e dove presentare la domanda

Tutte le informazioni necessarie per inoltrare la domanda

Dal 15 gennaio al 30 giugno possono essere inoltrare la richieste per i contributi regionali a famiglie con figli minori disabili.

Come e dove inoltrare la domanda  

L’istanza può essere presentata dalla madre o dal padre (o da chi esercita la patria podestà) e va inoltrata :

  • on-line utilizzando l’applicazione web messa a disposizione dalla Regione Toscana a cui si accede mediante Tessera Sanitaria Attivata e lettore Pin; 
  •  posta elettronica certificata all'indirizzo direzione.servizisociali@pec.comune.fi.it. (in tal caso occorrerà riprodurre il modulo cartaceo in formato digitale attraverso scanner); 
  • spedizione postale a mezzo raccomandata A/R alla Direzione Servizi Sociali, Viale De Amicis 21 50137 Firenze (per la raccomandata A/R farà fede la data del timbro di accettazione dell'ufficio postale); 
  • consegna a mano del modulo cartaceo presso: Direzione Servizi Sociali, Viale De Amicis 21 martedì e giovedì, ore 9-13. 

Modulistica

  • E’ possibile ricevere assistenza alla compilazione della modulistica presso l’Ufficio Contributi Regionali (sostegno alle famiglie con figlio minore disabile) della Direzione Servizi Sociali, Viale De Amicis 21 – Firenze, nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 .
  • La modulistica è scaricabile dalla presente pagina, dal sito web della Regione Toscana oppure può essere ritirata direttamente presso la Direzione Servizi Sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento