Celiachia: cos'è e come ottenere il budget per i prodotti senza glutine

Il Servizio sanitario nazionale garantisce alle persone affette da malattia celiaca o dermatite erpetiforme l'erogazione gratuita di prodotti senza glutine iscritti nel registro nazionale degli alimenti per celiaci

Dal 1 gennaio 2019 sono in vigore nuovi limiti di spesa per i prodotti senza glutine come previsto dal Decreto ministeriale del 10 agosto 2018. La Regione Toscana ha recepito la normativa e definito le nuove fasce di età e sesso per pazienti aventi diritto.

Dal 1 giugno 2019 il buono cartaceo sarà sostituito dalla tessera sanitaria e da un codice celiachia.

Il Servizio sanitario nazionale garantisce alle persone affette da malattia celiaca o dermatite erpetiforme l'erogazione gratuita di prodotti senza glutine iscritti nel registro nazionale degli alimenti per celiaci, entro i tetti di spesa che periodicamente vengono stabiliti dal Ministero della Salute e dalle Regioni.

Per ottenere tale diritto è possibile presentare il certificato di diagnosi e di esenzione al Servizio farmaceutico del distretto di residenza della Asl che attualmente provvede al rilascio di buoni spesa mensili 

Cosa cambia dal 1 giugno 2019

Le novità del progetto celiachia

Regione Toscana ha attivato il progetto di dematerializzazione del buono cartaceo per la celiachia. Dal 1 giugno 2019 il buono cartaceo è sostituito dalla tessera sanitaria e da un codice celiachia.
I buoni cartacei già rilasciati saranno validi fino al 31 maggio 2019, quelli relativi ai mesi successivi non saranno più spendibili.

Dal 18 marzo 2019, per ritirare il codice celiachia sarà possibile recarsi presso l'Azienda Sanitaria di riferimento (servizio farmaceutico integrativo) muniti della propria tessera sanitaria in corso di validità ed un proprio documento di identità.

In caso di primo accesso sarà necessario portare la certificazione medica della patologia. L'azienda sanitaria ti rilascerà il codice celiachia, un codice numerico, che sarà abbinato alla tessera sanitaria. 

Dove ritirare il codice celiachia

Dal 1 maggio 2019 sarà possibile recarsi a San Salvi Palazzina 25, Farmacia
Orari

Martedì e Giovedì 9.00 - 13.00 e 14.30 - 17.00

Gli spotelli in tutta la Toscana

Il budget può essere utilizzato presso i supermercati della Grande Distribuzione Organizzata, le farmacie, parafarmacie e gli altri esercizi commerciali comunque convenzionati, su tutto il territorio regionale.

Alla cassa sarà sufficiente

  • avere con sè la propria Tessera Sanitaria in corso di validità ed il "codice celiachia"
  • comunicare in cassa che intendi usufruire del tuo budget per il pagamento dei prodotti per celiaci;
  • inserire nell'apposito dispositivo presente alla cassa la Tessera Sanitaria e digitare il tuo "codice celiachia".

Nel caso che il "sistema di cassa", dell'esercizio commerciale, sia integrato direttamente con il progetto celiachia, sarà possibile:

  • fare compere "miste", in altre parole comprendenti prodotti per celiaci ed altri prodotti; il sistema infatti sarà in grado di riconoscere quelli rimborsabili, che saranno contrassegnati sullo scontrino da una sigla ("SG");
  • leggere sullo scontrino la cifra residua del budget mensile per un controllo preciso ed immediato.

Gli importi dei buoni mensili in vigore dal 1 gennaio 2019 differenziati per età e sesso
 

Fascia d'età Maschi Femmine
6 mesi - 5 anni 56 euro 56 euro
6 - 9 anni 70 euro 70 euro
10 - 13 anni 100 euro 90 euro
14 - 17 anni 124 euro 99 euro
18 - 59 anni 110 euro 90 euro
60 anni 89 euro 75 euro


La Regione Toscana ha recepito la normativa nazionale (DM del 10 agosto 2018) e definito le nuove fasce in vigore con  Delibera di giunta regionale n.1397/2018

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Mine vaganti in tv per ricordare Ilaria Occhini

  • Permesso temporaneo per entrare nell'area ZTL

I più letti della settimana

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Incidente sulla superstrada: traffico bloccato in FiPiLi / FOTO

  • Incendio: una colonna di fumo nero sulla città / FOTO

  • Firenze Cashless: il biglietto Ataf si compra con la carta sui bus

  • Trasporti: autobus e tramvia a rischio per lo sciopero

  • Movida in Via Nazionale: madre e figlia ubriache, caos nel pub

Torna su
FirenzeToday è in caricamento