Domenica, 17 Ottobre 2021
Anziani

Assegno di cura per anziani: chi ne ha diritto a Firenze

Le informazioni su come richiedere, e per capire chi ne ha diritto, il contributo per familiari caregiver

Il contributo economico offre sostegno alle persone anziane non autosufficienti e ai loro familiari.

Requisiti del richiedente

La domanda per ricevere il contributo solitamente va presentata entro il dicembre dell'anno in corso (per il 2019, ad esempio la scadenza era fissata al 4 dicembre 2019) e viene concesso, in via esclusiva, alle seguenti persone:

  1.  anziani non autosufficienti che, in conseguenza del Piano di Assistenza Personalizzato (PAP) predisposto dall’Unità di Valutazione Multidimensionale (UVM), alla data del 15 ottobre dell'anno corrente, si trovano in lista d’attesa per l’accesso al “Contributo di sostegno alle cure familiari” di cui al Regolamento delle prestazioni sociali e sociosanitarie per la domiciliarità in favore della popolazione anziana in condizione di fragilità o di non autosufficienza (approvato con Delibera Assemblea dei Soci della Società della Salute di Firenze n. 3/2016);
  2. anziani non autosufficienti che hanno beneficiato dell’analogo contributo nell’anno 2018, disciplinato con Deliberazione della Giunta n. 340/2018.

Il familiare caregiver deve farsi carico e garante della necessaria assistenza finalizzata alla permanenza a domicilio della persona anziana assistita e deve possedere i seguenti requisiti:
-         essere coniuge, parente in linea retta entro il secondo grado (figlio, nipote diretto) o parente in linea collaterale entro il terzo grado (fratello/sorella, nipote collaterale);
-         avere un’età maggiore di 18 anni;
-         essere non occupato, pensionato o impegnato in attività lavorativa per non oltre 20 ore settimanali;
-         non essere stato valutato non autosufficiente con alto indice di gravità, ai sensi della L.R. n. 66/2008 (Si fa riferimento alla valutazione di non autosufficienza effettuata dall’Unità di Valutazione Multidimensionale (UVM) ai sensi della L.R. n. 66/2008. La condizione di non autosufficienza eventualmente valutata si intende “con alto indice di gravità” qualora sia riconosciuto un livello di isogravità pari o superiore a 3);
-         non trovarsi in una delle condizioni di disabilità di cui alla tabella nell’allegato 3 del d.p.c.m. n. 159/2013 (Si fa riferimento, a titolo esemplificativo, all’invalidità civile superiore al 66% o all’accertamento di handicap grave ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della L. 104/1992);
-         disponibilità a favorire gli interventi di monitoraggio da parte dei servizi sociosanitari e a svolgere un ruolo attivo e integrato con la rete dei servizi.

Il contributo è incompatibile con:
-         la presenza di un assistente personale/familiare (badante) addetto all’assistenza alla persona anziana non autosufficiente di riferimento;
-         la fruizione, nell’anno 2018, per un periodo superiore a 90 giorni, delle seguenti ulteriori prestazioni eventualmente previste dal PAP predisposto dall’UVM:
-         ricovero in RSA
-         centro diurno
-         contributo per assistenti familiari. 
Il contributo è in ogni caso condizionato all’effettiva permanenza a domicilio della persona anziana non autosufficiente di riferimento per almeno 270 giorni nell’anno solare 2018

Iter procedura

Per effettuare la richiesta di contributo occorre presentare la relativa domanda, esclusivamente a mano, presso uno dei Centri Sociali del Comune di Firenze dalle ore 9,00 alle ore 13,00, nei giorni di ricevimento per ciascuno specificati:

Centro SocialeIndirizzoTelefonoRicevimento
Santa MonacaVia S. Monaca 370552937011Mer, Ven
D'AnnunzioVia D'Annunzio 290556934907Lun, Mer
GavinanaPiazza E. Dalla Costa 150553282300Lun, Ven
ChiusiVia Chiusi 4/20557875001Lun, Mer
BiniVia Bini 5/a0554478920Mer, Ven
OsteriaVia dell'Osteria 80556934215Lun, Mer, Ven

oltre al giovedì pomeriggio, previo appuntamento, presso tutti i Centri Sociali

A seguito della conseguente istruttoria verrà data comunicazione a tutti i richiedenti circa l’ammissione o meno al contributo, con specifica dell’importo eventualmente spettante.

Tempi

Il termine per la presentazione delle domande è il dicembre dell'anno corrente.

Modalità di fruizione

Il contributo sarà erogato tramite bonifico bancario in un'unica soluzione

Informazioni

L’importo del contributo spettante è definito secondo la tabella di seguito riportata, in base all’ISEE per prestazioni sociosanitarie, riferito alla persona anziana non autosufficiente che beneficia del supporto assistenziale del familiare caregiver:

ISEE
Da €A €Importo annuo €
0,007.500,004.000,00
7.500,0112.500,003.500,00
12.500,0117.500,003.000,00
17.500,0122.500,002.500,00
22.500,0127.550,002.000,00
27.500,0132.500,001.500,00
32.500,0137.500,001.000,00

Qualora più anziani non autosufficienti individuati tra quelli di riferimento per l’accesso alla prestazione abbiano lo stesso familiare caregiver, il contributo spettante con riferimento a ciascuno di essi è quantificato dividendo i suddetti importi annui per 1,57. Non è ammesso lo stesso familiare caregiver per più di due anziani non autosufficienti.

Maggiori informazioni sul sito del Comune

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno di cura per anziani: chi ne ha diritto a Firenze

FirenzeToday è in caricamento