rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
mobilità Via Pisana

Traffico e smog: residenti di Via Pisana e Via Baccio in rivolta

I residenti al confine tra Firenze e Scandicci chiedono un incontro agli assessori competenti

Traffico, smog, rischio incidenti, buche e assenza di marciapiedi. E' la situazione denunciata dai residenti intorno all'area di via Pisana e via Baccio di Montelupo, nei tratti al confine tra i comuni di Firenze e Scandicci, non lontano dal carcere di Sollicciano. “Da anni i cittadini residenti nella zona di via Pisana, limitrofa al Ponte a Greve e contigua al Comune di Scandicci (la vecchia area detta del Padiglione), vivono una condizione di grave disagio, dovuto in massima parte all'enorme flusso di circolazione veicolare”, spiega Alessio Ammannati, parlando a nome dell'associazione 'Il Ponte' e del comitato 'Via Pisana Pulita'.

Le due sigle, che già in passato avevano chiesto interventi per modifiche alla viabilità che potessero migliorare la situazione, hanno ora raccolto circa 300 firme, tra residenti fiorentini e scandiccesi, e chiedono un incontro ai due assessori competenti in materia, Stefano Giorgetti per Firenze e Andrea Anichini per Scandicci.

“Alcuni segmenti viari sono ormai divenuti assi di scorrimento ad altissima densità di traffico. Nei fatti centinaia di famiglie vivono immerse in una sorta di grande svincolo di una strada a grande comunicazione, usata per immettersi verso il Ponte dell’Indiano o verso la Fi-Pi-Li o l’Autostrada. Tutto ciò a danno della qualità di vita degli abitanti del quartiere”, aggiunge Ammannati, che chiede interventi per “risistemare e allargare i marciapiedi, ridisegnare le strisce pedonali e dei parcheggi, l'istituzione di sensi unici e la deviazione di parte del traffico su altre arterie cittadine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico e smog: residenti di Via Pisana e Via Baccio in rivolta

FirenzeToday è in caricamento