mobilità

Mobilità, scooter e monopattini in sharing: entro 90 giorni in strada

Dopo la valutazione dei requisiti Palazzo Vecchio ha dato il via libera a 5 società che avevano manifestato interesse a gestire il servizio

Cinque le domande accolte, sette quelle non accolte per esaurimento del contingente previsto dall’avviso pubblico e una non ammessa per mancanza di documentazione.

E' questo il risultato del lavoro della commissione tecnica nominata per valutare le manifestazioni di interesse arrivate agli uffici della Direzione Mobilità dopo la pubblicazione del bando per i servizi a flusso libero di auto, scooter e monopattini.

“A breve partirà un servizio integrato che potenzia la mobilità in città con mezzi elettrici grazie all’arrivo degli scooter a batteria e la mobilità ‘dolce’ con i monopattini – dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti –. E presto sarà pubblicato il bando per il bike sharing che, oltre alle normali biciclette, prevederà anche una flotta di e-bike e di monopattini elettrici andando così a completare l’offerta dei mezzi in condivisione”.

Per quanto riguarda gli operatori autorizzati si tratta di Adduma Car che ha confermato il suo interesse per il car sharing fiorentino con 120 auto (40 elettriche e 80 euro 6) aggiungendo 50 scooter e 300 monopattini sempre a batteria.

Poi ci sono le new entry: Bit Mobility e Reby Italia con 200 veicoli per lo scooter sharing e 300 per il servizio dei monopattini ciascuno; RTI Helbiz Italia/MiMOTO con 100 scooter e RTI Bird Rides Italy/Smartventure con 50 scooter.

Gli operatori hanno 90 giorni di tempo per mettere in strada l’intera flotta, anche con immissioni a step successivi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità, scooter e monopattini in sharing: entro 90 giorni in strada

FirenzeToday è in caricamento