rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
mobilità

Da Firenze parte la Rete europea delle città camminabili

Sono 19 le stele installate in città a valle dell'Arno e 7 all'interno del Parco dell'Albereta. È stata poi realizzata una App 'Firenze the Walking City' scaricabile gratuitamente per dispositivi Apple e Android

Parte da Firenze la Rete europea delle città camminabili. La proposta è stata lanciata oggi in occasione della conferenza conclusiva del progetto europeo ‘WAP - Walking People’, di cui il Comune di Firenze è capofila. Il progetto, partito nel 2013 e realizzato dal Servizio Sport, ha consentito di realizzare la mappatura e progettazione dei percorsi camminabili della città, la loro diffusione e promozione attraverso diversi strumenti in modo da facilitarne il più possibile l’utilizzo da parte dei cittadini. Per fornire indicazioni sui percorsi e le modalità più appropriate di fruizione è stato realizzato un sistema di segnaletica installato lungo i percorsi e adattato alle esigenze delle diverse fasce di utenza con indicazioni di tipo medico-sanitario e sportivo.

Sono 19 le stele installate in città nell’area a valle dell’Arno (Parco delle Cascine e dell’Argingrosso, Peretola, Quaracchi, Brozzi, Mantignano, Ugnano, San Bartolo a Cintoia) e 7 all’interno del Parco dell’Albereta. È stata poi realizzata una App ‘Firenze the Walking City’ scaricabile gratuitamente per dispositivi Apple e Android, arricchita con contenuti in italiano e inglese su 18 percorsi georeferenziati, 200 punti di interesse e circa 600 immagini con didascalie localizzate in entrambe le lingue. La App permette di tracciare su mappa i propri percorsi, evidenziandone distanza, velocità massima/media e di calcolare le calorie consumate basandosi sulle informazioni comunicate in forma anonima (altezza, peso, sesso, età e altri parametri fisici).

“Il semestre di presidenza italiana dell’Ue che partirà tra meno di una settimana- afferma Andrea Vannucci, assessore allo Sport in occasione dell’incontro di oggi a Palazzo Vivarelli Colonna- sarà per tutti noi un’occasione di maggiore consapevolezza del ruolo dell’Europa nella vita delle città e della necessità di confrontarsi con esperienze realizzate negli altri Paesi su temi comuni come quello dei cambiamenti demografici e dell’invecchiamento attivo”. L’Europa, aggiunge l’assessore, “deve ascoltare le voci delle nostre città. La rete che vogliamo costruire è una rete aperta a tutti gli enti locali, le Ong, le Istituzioni sanitarie, le associazioni. È una rete aperta al confronto e alla collaborazione che si propone come interlocutore qualificato della Commissione europea per lo sviluppo delle politiche per l’attività fisica, la mobilità urbana, il turismo”.

Per Vannucci “obiettivo del Comune di Firenze è quello di estendere la nuova segnaletica a tutti 98 km di percorsi presenti a Firenze e di allargare il progetto Firenze the Walking City oltre i confini comunali coinvolgendo alcuni comuni della Città metropolitana come Sesto Fiorentino, Scandicci, Bagno a Ripoli, Campi Bisenzio, Signa, Fiesole”. Il progetto, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Preparatory Action European Partnership on Sport 2012 e con contributi di soggetti privati locali (Ataf, Mukki, Universo Sport), vede come partner il Comune di Dresda, il Comune di Nova Gorica, il Comune di Madrid, l’Università di Reims, l’Università del Terzo Settore. La formalizzazione della proposta della prima rete europea di “Walking Cities e Local Authorities” avverrà a Roma il prossimo ottobre nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Move Week” organizzata dalla Uisp.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Firenze parte la Rete europea delle città camminabili

FirenzeToday è in caricamento