rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
mobilità

Mobilità, sempre più fiorentini a piedi o in bici: +45% in 10 anni

Lo rivela lo studio Anci 'Gli stili di mobilità degli italiani'

A fari un giro sui viali, con la città spesso paralizzata dal traffico, non si direbbe. Lo studio Anci (Associazione Nazionale Comuni d'Italia) "Gli stili di mobilità degli italiani: il percorso (lento) verso la sostenibilità", presentato oggi a Catania durante la giornata inaugurale della seconda Conferenza nazionale sulla Mobilità sostenibile, mostra però un aumento di chi si sposta a piedi e in bici anche a Firenze.

Dallo studio emerge che nelle città metropolitane italiane i cittadini residenti che si recano al lavoro-scuola in bicicletta o a piedi sono (il dato è del 2011) poco più di un milione (su una popolazione italiana complessiva di circa 60 milioni). Rispetto al 2001, quindi nel giro di 10 anni, l'aumento è del 12,7%: si conferma dunque una crescita, anche se, guardando al dato anno per anno, molto lenta. Crescono anche le Ztl (zone a traffico limitato), le aree pedonali e le piste ciclabili.

La città dove, tra il 2001 e 2011, si è registrato l'aumento più consistente di chi preferisce spostarsi in bici o a piedi è proprio Firenze (+45%), seguita da Bologna (32%) e Torino (+17%). Del 2014 sono invece i dati Istat sulla mobilità urbana rielaborati da Anci, secondo cui dal 2008 i chilometri quadri delle Ztl sono aumentati del 14%, passando da 43,1 a 49,2.

Anche le aree pedonali escluse al traffico veicolare sono cresciute, passando dal 2008 al 2014 a 431 ettari complessivi per un saldo positivo di +23%. La più 'pedonale' d'Italia è Venezia (132,3 ettari), poi Milano (53), Roma (48,4) e Torino (45,2). Prima citta' del Mezzogiorno e Napoli con 45,2 ettari di zona pedonale, piu' indietro Bari (15,6), Cagliari (15,5) e Messina (10,8).

In aumento anche le piste ciclabili, che passano dai 689 chilometri del 2008 ai quasi 1000 del 2014 con un incremento di 305 chilometri. L'aumento piu' sensibile si registra a Roma, seguita da Milano e Torino.

Infine la rete di car sharing. Secondo i dati Istat 2014 sulla mobilità urbana, l'offerta di auto condivise a postazione fissa nel 2014 ha raggiunto nelle Città metropolitane gli 808 veicoli (erano 586 nel 2011) anche se si registra una flessione rispetto al 2013 quando i veicoli disponibili erano 863. Questi 808 veicoli sono a disposizione degli svariati milioni di abitanti delle città metropolitane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità, sempre più fiorentini a piedi o in bici: +45% in 10 anni

FirenzeToday è in caricamento