Lunedì, 15 Luglio 2024
I dati

Mobilità sostenibile, verso il 2030: ecco come sta Firenze

Secondo posto dietro Milano rispetto al raggiungimento dei target europei. Con luci e ombre

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Secondo posto in Italia tra 18 città monitorate (in vetta c’è Milano), per il raggiungimento al 2030 dei target europei di mobilità sostenibile. Questo il risultato di Firenze in base ai dati analizzati da Clean Cities, (raggruppamento di oltre 70 tra Ong, associazioni ambientaliste e organizzazioni della società civile), che ha preso a riferimento gli ultimi aggiornamenti dell’Osservatorio sulla Mobilità urbana sostenibile.

Firenze viene promossa per il sistema tramviario, attuale ma soprattutto (sulla fiducia) per quello futuro, che è alla base della strategia per la mobilità sostenibile cittadina.  Per quanto riguarda le linee già in funzione si ricorda l’aumento costante di passeggeri nei primi mesi del 2024 che ha superato i dati pre-covid, con l’obiettivo di arrivare a 40 milioni entro fine anno. E nel report viene ripercorso il piano di sviluppo per i prossimi anni con il traguardo 2028: la Vacs della linea 2 che dovrebbe entrare in esercizio a settembre (ritardi permettendo), il prolungamento della linea 2 fino al Campus scientifico dell’Università a Sesto Fiorentino, la 3 con le due diramazioni una per il comune di Bagno a Ripoli e l’altra per Campo di Marte (Stadio) fino alla Stazione ferroviaria di Rovezzano, la più discussa nell’ultima campagna elettorale. E ancora la linea 4 da Porta a Prato fino al comune di Campi Bisenzio.

Viaggiatori tramvia

Bene anche l’offerta di trasporto pubblico (2.524 milioni di posti/km), almeno in termini quantitativi (il report non comprende il gradimento dell’utenza, infatti). In rapporto al numero di abitanti, fra i comuni capoluogo di Città metropolitana, Firenze posiziona al quarto posto per questo indicatore (dopo Milano, Venezia e Roma).

Il capoluogo sale sul podio per le piste ciclabili, con 3,2 chilometri per 10mila abitanti, terzo posto dietro Bologna e Venezia. Ancora meglio per le aree pedonali: nel 2022 la loro densità era di 114 mq per 100 abitanti, meglio fa Venezia. Nella nota si ricorda poi come a febbraio di quest’anno sia stato attivato un primo pacchetto di progetti per la messa in sicurezza dei passaggi per i pedoni in alcune strade o incroci, ritenuti a rischio. E proprio sul fronte sicurezza si evidenzia come nonostante i 10 morti e i 2600 feriti del 2022, per numero delle vittime in rapporto alla popolazione Firenze al terz'ultimo posto, con meno della metà rispetto, per esempio, a Messina o Catania.

Densità aree pedonali

Altro dato positivo, quello della mobilità condivisa: nel 2022 erano infatti presenti servizi per tutte le tipologie (ad esclusione di quelle con postazioni fisse): car sharing a flusso libero (266), bike sharing a flusso libero (4.903), scooter sharing (500) e micromobilità elettrica (1.650). Complessivamente 202 mezzi in sharing per 10.000 abitanti, solamente Milano sta davanti.

Il bicchiere mezzo vuoto

Tra gli aspetti negativi, invece, la crescita del tasso di motorizzazione privata (auto/1000 abitanti), arrivato nel 2022 a quota 556 – alle quali si aggiungono 210 moto per mille abitanti –, cioè ogni 1000 persone ci sono 776 mezzi; fra le 18 città monitorate dall’Osservatorio per questo indicatore Firenze si colloca nella parte mediana della classifica.

Ma a preoccupare, riporta Clean Cities, è l’impatto sulla salute dell’inquinamento atmosferico, in particolare per quanto riguarda il biossido di azoto come era già emerso dal rapporto di Legambiente Mal’Aria 2024. Non sono disponibili gli aggiornamenti da parte dell’Agenzia Europea per l’Ambiente. Ma gli ultimi disponibili, quelli relativi al 2021 sono tutt’altro che tranquillizzanti, con 101 morti premature dovute all’esposizione a questo inquinante, sebbene in calo rispetto al periodo pre Covid.

Inquinamento da No2 Impatto sulla salute

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile, verso il 2030: ecco come sta Firenze
FirenzeToday è in caricamento