mobilità

Mobilità: stop ai bussini fino al termine dell'epidemia Covid

Il Comune: "impossibile usarli con le norme anti contagio"

Stop ai bussini elettrici nel centro storico di Firenze fino alla fine dei provvedimenti restrittivi sulla capienza dei bus decisi contro la pandemia. II Comune, scrive La Repubblica Firenze, non ha infatti possibilità di rimettere su strada i mezzi usati per le linee Ci, C2 e C3 fino a che Governo o Regione non cambieranno le percentuali di affollamento sui mezzi pubblici: nei bussini elettrici, al 50% e con le distanze da mantenere, praticamente potrebbero salire solo 3-4 persone.

Ed è il motivo per cui Ataf ha deciso di sospendere il servizio. Nè c'è alternativa: i bussini oggi sono inutilizzabili a causa delle norme antiCovid ma mezzi alternativi sono incompatibili, perché troppo grandi per le strade del centro. D'altronde il Comune aveva già chiesto a Regione e Ataf di ripartire con i i bussini ma la seconda ondata ha fermato tutto. E fino a che restano quelle norme, i bussini resteranno in deposito.

L'assessore Giorgetti, dal canto suo, ha spiegato che il Comune sta lavorando "a un nuovo piano di bus in centro, che dia risposta alle stesse esigenze con tratte diverse". Il progetto prevederebbe anche una linea "circolare" tra San Marco e San Lorenzo. Il problema sono le risorse: i due milioni necessari dovevano venire dalla tassa di soggiorno, ora praticamente annullata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità: stop ai bussini fino al termine dell'epidemia Covid

FirenzeToday è in caricamento