menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Castelnuovo Berardenga (Wikipedia)

Castelnuovo Berardenga (Wikipedia)

6 tappe alla scoperta del Chianti

Un itinerario all’insegna del gusto e della bellezza: tra filari di vigneti e antichi castelli, ecco i luoghi più suggestivi per scoprire le magiche terre del Chianti Classico

Greve in Chianti

Prima tappa obbligata è Greve in Chianti, situato lungo la via Chiantigiana che da Firenze arriva a Siena. Circondata da vigneti e dai tipici paesaggi collinari, Greve è una cittadina attiva fin dal periodo medioevale.

Per una vista panoramica si consiglia la salita del Museo di Arte Sacra San Francesco, da cui si vede tutta la vallata del fiume Greve. Il museo è interamente dedicato all'arte religiosa, con approfondimenti archeologici sui reperti rinvenuti nel territorio.

Il punto principale di Greve è Piazza Matteotti, dove troverete numerose botteghe storiche per gustare i prodotti tipici del territorio. Posto su un’altura dalla quale si domina l’alta valle del fiume Greve e il crinale dei monti del Chianti si trova anche lo splendido castello di Montefioralle.

Panzano

Poco distante da Greve si trova Panzano, circondato anch'esso dal tipico paesaggio collinare toscano, castelli e cantine, dove è possibile degustare i famosi vini DOC. Caratteristico il centro storico medievale, oggi incorporato nel campanile della chiesa di Panzano Alto.

La chiesa di Santa Maria venne edificata nel XIX secolo sopra all’antico edificio medievale ed è caratterizzata da una suggestiva scalinata in pietra. Sosta obbligata alla storica Macelleria Cecchini, dove da 8 generazioni si serve la carne più buona della Toscana.

Poco distante da Panzano si trova infine la pieve romanica di San Leolino, risalente all’XI secolo, principale esempio di architettura romanica del Chianti.

Gaiole

Del Chianti classico fa parte anche Gaiole, che vanta la più grande cantina dell'area del Chianti Classico: il Castello di Brolio, ovvero quello stesso castello dove il Barone Bettino Ricasoli inventò la formula del Chianti nel 1872.

Borgo suggestivo e ricco di storia, anche nei dintorni di Gaiole si trovano alcuni castelli e luoghi di culto molto interessanti, come la Pieve di Spaltenna, il borgo di Vertine, o ancora il castello di Meleto, documentato fin dall’XI secolo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento