rotate-mobile
Green Novoli / Via Arrigo Boito

Ex Manifattura Tabacchi: avanti con la nuova cittadella

Nuovi impianti per il Teatro Puccini e riqualificazione argine del Mugnone e aree verdi di via Boito. Adottata la variante 2021 al piano di recupero

Più posti per il parcheggio di mezzi green, nuovo verde in via Boito, riqualificazione dell’argine del Mugnone e sistemazione degli impianti del Teatro Puccini per valorizzare la struttura, anche a seguito dei lavori realizzati. Sono gli interventi di aggiornamento inseriti nella variante 2021 al piano di recupero dell’ex Manifattura Tabacchi approvato nel 2019, che rimane inalterato negli obiettivi e nelle destinazioni. La variante al piano ha avuto il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’Urbanistica Cecilia Del Re. Gli interventi andranno a sostituire la realizzazione, non più prevista, del parcheggio auto sotto il nuovo asilo nido. I posti auto previsti nel parcheggio centrale del complesso sono infatti ritenuti sufficienti alle esigenze della cittadella. 

“La Manifattura Tabacchi continua a vivere questa stagione di grande rinascita - ha detto il sindaco Dario Nardella -. Ci abbiamo creduto fin dall’inizio, è un esempio virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato, una delle poche Manifatture in Italia che è stata recuperata dall’abbandono e dal degrado, sarà per noi un hub internazionale sulla creatività, i giovani, l’innovazione.

Ringrazio la proprietà e gli assessori per il lavoro che hanno svolto e il presidente del Quartiere e gli abitanti con i quali abbiamo realizzato molti incontri e molte assemblee e con i quali abbiamo trovato un punto di sintesi. Un passo importante anche per la riqualificazione del Teatro Puccini che è una punta di eccellenza del complesso della ex Manifattura, grazie al quale la vocazione culturale di tutto il complesso viene rilanciata”. 

“Andiamo avanti con il piano di recupero dell’ex Manifattura Tabacchi e con la realizzazione di questa nuova centralità fuori dal centro storico - ha detto l’assessore Del Re -. Un piano che evolve con l’aggiornamento delle previsioni in risposta alle esigenze emerse in particolare sul tema delle aree di sosta, andando a potenziare gli spazi destinati a favorire l’utilizzo di mezzi legati alla mobilità sostenibile come bici, monopattini e mezzi elettrici in generale. Inoltre, andiamo a sostenere il lavoro di riqualificazione già avviato al teatro Puccini durante il lockdown contribuendo alla sistemazione degli impianti: un ulteriore intervento a sostegno dei luoghi della cultura”. 

"Come Amministrazione stiamo puntando molto sulla mobilità dolce e su quella a impatto zero – commenta l'assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti – ed è quindi importante che all'interno di piani di recupero, come appunto questo della Manifattura Tabacchi, siano previsti servizi per chi utilizza questi veicoli, quindi aree per la sosta delle biciclette in sicurezza, per i monopattini e i motorini elettrici e postazioni per la ricarica dei veicoli a batteria".

Nel dettaglio, il Piano di recupero - variante 2021 prevede la ristrutturazione/sistemazione impiantistica del Teatro Puccini, la riqualificazione dell’argine del Mugnone e delle aree verdi di via Boito e la realizzazione sotto il nuovo asilo di un magazzino ad uso delle strutture scolastiche di Firenze; il potenziamento delle infrastrutture utili a favorire l’utilizzo di mezzi legati alla mobilità sostenibile quali bici, monopattini e mezzi elettrici in generale, attraverso l’inserimento nei piani interrati degli edifici di locali per la sosta di questi mezzi.

Rimane inalterato l’obiettivo primario del piano di recupero approvato nel 2019 che è quello di creare una nuova centralità fuori dal centro storico, da un punto di vista sia geografico che culturale. La variante 2021 mantiene infatti gli stessi principi insediativi con la prevalente conservazione degli edifici del complesso monumentale della ex Manifattura e la previsione del mix funzionale (residenziale, turistico-ricettivo, commerciale, direzionale e industriale/artigianale); confermando anche la nuova costruzione dell’edificio adiacente al Teatro Puccini. dell’asilo d’infanzia nell’ex area demaniale in via Tartini e degli edifici collocati lungo via Tartini.

Il piano prevede la realizzazione di housing sociale per una superficie utile lorda di almeno 2.500 mq nelle unità immobiliari private di nuova edificazione. 

Per quanto riguarda le opere di urbanizzazione a carico dell’operatore, si prevedono tra l’altro: la realizzazione e cessione del ‘Boulevard’ pedonale di collegamento da via Tartini verso la ferrovia, della ‘Strada degli artigiani’, dei giardini di via delle Cascine e del Giardino del Teatro, delle nuove piste ciclabili lungo via delle Cascine e centralmente al Boulevard; la realizzazione della strada dell'albergo, piazza centrale, parte del boulevard, pista ciclabile nel boulevard, piazza dell’Orologio; la realizzazione e cessione del nuovo asilo nido nell’area fra via Tartini/via Pergolesi/via Boito (con demolizione dell’edificio esistente), del giardino dell’asilo e nuovo magazzino dell’asilo; la sistemazione via Tartini, riqualificazione di piazza Puccini, via delle Cascine e delle rampe ciclabili esistenti; la realizzazione di un nuovo ponte ciclopedonale sul Mugnone e di una nuova pista ciclabile e nuovo ponte sul Fosso Macinante. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Manifattura Tabacchi: avanti con la nuova cittadella

FirenzeToday è in caricamento