rotate-mobile
life

Open data, la Regione mette on line dati e informazioni

Approvata dal consiglio regionale la legge sugli "open data". Più facile reperire informazioni ed incrociare i dati

La Regione Toscana punta sugli “open data”, letteralmente “dati aperti”, cioè pubblicati on line e messi a disposizione di tutti, con un semplice click. Lo scopo è quello di rendere più trasparente la pubblica amministrazione e le informazioni da lei fornite, grazie a dati rappresentati e pubblicati in forma già utilizzabile da più programmi informatici e accompagnati da archivi e sezioni informative.

A settembre la Regione aveva già messo on line il sito open.toscana.it, un luogo virtuale per rendere facilmente accessibili una serie informazioni e avvicinare la pubblica amministrazione a cittadini e imprese, in uno spazio di partecipazione attiva da parte degli utenti.

Per proseguire su questo percorso era però necessaria una legge regionale, messa a punto lo scorso dicembre dall'assessore ai sistemi informativi Vittorio Bugli. Il provvedimento è stato approvato ieri all'unanimità dal consiglio regionale.

“Avevamo già creato una piattaforma tecnologica per la pubblicazione di dati in forma aperta – ricorda Bugli -. Con l'approvazione della legge la piattaforma sarà a disposizione di enti locali e loro consorzi, di associazioni, agenzie, organismi privati”. La piattaforma sarà condivisa anche con aziende sanitarie e concessionari di servizi pubblici. “Ognuno, gratuitamente, potrà avere un proprio spazio per incrociare dati e cataloghi”.

La speranza è che possano esserci benefici per tutti. “Dati e servizi aperti aiuteranno la pubblica amministrazione a crescere – conclude Bugli -. La messa a disposizione dei nostri dati offre la possibilità di riutilizzarli, incrociarli ed integrarli. Vogliamo che tutti possano sfruttare tale potenzialità, in particolare le imprese giovani e innovative, che sosteniamo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open data, la Regione mette on line dati e informazioni

FirenzeToday è in caricamento