rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
life

Raccolta differenziata delle bevande in tetra pak: i cartoni vanno nella plastica

Presentata a Firenze la campagna informativa per sensibilizzare i cittadini sul conferimento di questi imballaggi nei comuni delle province di Firenze, Pistoia, Prato, Arezzo, Siena, Grosseto, Lucca, Pisa e Livorno

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Sono imballaggi a prevalenza carta ma vanno conferiti nella raccolta multimateriale degli imballaggi: è questa la modalità corretta di differenziare i cartoni per bevande che riguarda quasi 3 milioni di abitanti e dunque la maggior parte dei territori della Toscana.

Un’informazione che non rappresenta una vera e propria novità in questi territori ma che è al centro della nuova campagna “Nella plasticaaaa? Sì” avviata da Comieco e Tetra Pak per ricordare ai cittadini l’importanza di far bene la raccolta differenziata, scegliendo sempre il cassonetto giusto. La campagna che parte oggi - attiva on e offline - su supporti informativi diversificati come ad esempio affissioni su pensiline e paline delle fermate degli autobus, nelle stazioni ferroviarie, camion vela - rappresenta l’occasione per tenere alta l’attenzione sui temi della raccolta differenziata per poter conseguire una raccolta di qualità, con materiali che poi possono essere facilmente avviati a riciclo.

Del resto, i cartoni per bevande sono imballaggi preziosi per l’industria cartaria, dove poi vengono effettivamente riciclati, essendo costituiti prevalentemente di fibra di cellulosa di elevata qualità: dopo il conferimento nella raccolta multimateriale, queste confezioni vengono separate nell’impianto Revet di Pontedera dagli altri imballaggi in plastica e metalli ed avviati per il riciclo presso la cartiera Lucart in provincia di Lucca che li utilizza per la realizzazione di nuovi prodotti in carta riciclata come – ad esempio -, tovaglioli e fazzoletti. Anche la componente non cellulosica dei cartoni per bevande viene recuperata e trasformata così in un nuovo materiale plastico adatto a molteplici utilizzi.

“I cartoni per bevande rappresentano in media l’1,6% di tutta la raccolta differenziata multimateriale della regione” – spiega Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco. “Stimiamo che nel 2024 - grazie a questa nuova campagna che coinvolge l’80% dei territori della Toscana - la raccolta di questi imballaggi possa aumentare del 25%, incrementando il riciclo della carta e portando complessivamente i corrispettivi che Comieco già riconosce al convenzionato per la valorizzazione di questi imballaggi ad oltre 800.000 euro”.

“La Toscana vanta filiere industriali del riciclo che non hanno paragoni in Italia” – dice Alessia Scappini, Amministratore Delegato Revet – “per esempio quella del vetro, quella delle plastiche miste e quella appunto dei cartoni per bevande e alimenti: questi tre imballaggi infatti vengono raccolti, selezionati e riciclati direttamente in regione, abbattendo i costi ambientali ed economici e costituendo un vero e proprio modello virtuoso da imitare. Revet continua a investire per intercettare sempre più flussi di materiali e consentire la valorizzazione di quanto più materiale possibile”.

“Questa campagna di comunicazione è parte di un progetto più ampio volto a garantire la circolarità dei cartoni per bevande attraverso l’implementazione sul territorio di sistemi efficaci di raccolta, l’adozione di tecnologie avanzate di selezione e lo sviluppo di processi di riciclo innovativi, in grado di consentire il recupero di tutte le componenti della confezione e la loro conversione in nuovi prodotti – ha sottolineato Lorenzo Nannariello, Sustainability Manager di Tetra Pak –. I cittadini svolgono un ruolo primario per il successo di questo percorso virtuoso; la loro partecipazione attiva ed attenta alla raccolta differenziata è fondamentale per assicurare una seconda vita ai cartoni per bevande post- consumo”.

La campagna informativa si protrarrà fino a giugno ed è stata organizzata in collaborazione con i gestori dei servizi di raccolta dei territori coinvolti: Ascit, Geofor, AAMPS, Alia Servizi Ambientali, Sei Toscana, Sistema Ambiente.
social_4-5_1080x1350_comieco-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata delle bevande in tetra pak: i cartoni vanno nella plastica

FirenzeToday è in caricamento