rotate-mobile
life Il Barco  / Via di Novoli

Al parco San Donato arriva la foresta urbana

Un ‘filtro verde’ che darà freschezza e ombra ai residenti. Gli alberi messi a dimora lo scorso dicembre: aceri campestri, querce, meli, carpini, liquidambar e paulonie

Arriva un progetto di forestazione urbana per il parco di San Donato. Tra qualche anno l'area verde tra via di Novoli e il Palazzo di Giustizia sarà una micro-foresta urbana che segnerà il passaggio dalla nuova strada - prevista con l’ampliamento, ad ovest, del quartiere San Donato - all’omonimo parco.

Si tratterà, spiega una nota di Palazzo Vecchio, di un ‘filtro verde’ che darà freschezza al paesaggio ed offrirà ombra ai residenti, che lì potranno respirare anche quando il caldo si farà sentire.

Parco San Donato: inaugurata una panchina arcobaleno

Gli alberi sono già stati messi a dimora lo scorso dicembre: si tratta di aceri campestri, querce, meli, carpini, liquidambar e paulonie. Si trovano appunto nell’area di confine con la nuova parte del parco, che verrà inaugurata a giugno.

Il progetto

Il progetto, ideato da Memoscape e realizzato dall’associazione Piazza San Donato, è stato portato avanti all’interno del bando ‘Paesaggi Comuni’ di Fondazione CR Firenze, in collaborazione col Comune di Firenze, ed ha come titolo (BosCO)2. Scopo è appunto la “forestazione urbana e di comunità del parco San Donato”.

Si parla di “un bosco al quadrato” perché il progetto vuole valorizzare la parte visibile del bosco, gli alberi con la loro incredibile capacità di assorbire CO2, ma anche quella invisibile: un percorso di “narrazione” partecipata, finalizzato ad esaltare l’idea di una comunità attiva e presente sul territorio. Si tratta di un progetto pilota per la città di Firenze, che non riguarda soltanto gli alberi, ma soprattutto le persone, con la loro eredità culturale ed ecologica ed il futuro che sognano.

La trasformazione urbana di Novoli in una mostra fotografica a cura di Unifi

"È importante sottolineare la natura concreta di questo progetto partecipato - ha dichiarato l'assessore all’ambiente Cecilia Del Re -, che grazie a questo piccolo nuovo bosco urbano nel parco di San Donato porterà ad un importante abbattimento di CO2. Questo intervento, pensato dai cittadini dell’Associazione San Donato che sono sempre pronti a costruire concretamente progetti per il quartiere insieme a tutta la rete di belle realtà che hanno riunito, contribuirà a contrastare l’inquinamento atmosferico, a mitigare le isole di calore, a favorire una maggiore biodiversità, a ridurre il rumore e a rendere più piacevole il paesaggio di questo polmone cittadino. Le aree verdi, gli alberi, i giardini, i parchi e i boschi urbani costituiscono la spina dorsale delle nostra città. Le sfide ambientali sono una priorità da affrontare nell’immediato e iniziative come questa sono un tassello importante di questa strategia".

Gli appuntamenti

Tra aprile e maggio il parco, cuore del nuovo quartiere nel quadrante ovest della città, che rappresenta un riuscito mix tra area residenziale, commerciale e polo universitario, sarà protagonista di una serie di iniziative. Il 28 e 29 aprile ‘Esploriamo il parco’: l’associazione Semi di Scienza proporrà due passeggiate per conoscere il parco San Donato e la sua biodiversità e per monitorarne la qualità dell’aria, mentre il 3 e 7 maggio Legambiente Firenze organizzerà due passeggiate laboratorio per bambini con merenda offerta dalla Fattoria didattica Cuore. Infine, il 7 maggio l’associazione Piazza San Donato darà vita ad un picnic al parco con intrattenimento e pulizia straordinaria dell’area verde.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al parco San Donato arriva la foresta urbana

FirenzeToday è in caricamento