rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Ricorsi bocciati / Vicchio

Parco eolico nel Mugello, via libera dal Tar

Respinti gli esposti presentati da Italia Nostra e dal Comune di San Godenzo

Via libera al parco eolico di Agsm Aim di Monte Giogo del Villore, nel Mugello. Il Tar della Toscana ha infatti respinto i ricorsi presentati da Italia Nostra e dal Comune di San Godenzo contro l’impianto, indicandolo come “improcedibile, inammissibile e infondato”. 

Soddisfazione naturalmente da parte dell’azienda costruttrice dell’impianto che fa sapere di non aver “mai avuto dubbi sull'esito della sentenza data la robustezza dell'iter autorizzativo ampio, profondo e dettagliato. Già il pronunciamento ambientale positivo e l'autorizzazione unica rilasciata dalla Regione Toscana inattaccabili. La decisione della Regione Toscana era stata per altro convalidata all'unanimità dal Consiglio dei ministri dopo un’ulteriore attenta valutazione”. 

Il Tar - aggiunge Agsm Aim - non si è limitato ad un rigetto per motivi formali "ma ha ripercorso le scelte compiute nell'arco dell'iter e, alla luce di queste, ha ritenuto infondati tutti i motivi riportati dai ricorrenti”.

Adesso resta però da capire se Italia Nostra e il Comune di San Godenzo, una volta lette le motivazioni delle sentenze, faranno appello al Consiglio di Stato o se la querelle sarà definitivamente conclusa. 

Il futuro impianto eolico di Monte Giogo prevede l’installazione di sette aerogeneratori con una potenza complessiva pari a 29,6 Mw. Il diametro del rotore sarà compreso tra i 130 ed i 138 metri. I Comuni coinvolti sono Vicchio e Dicomano, con opere accessorie anche nei territori di Rufina e San Godenzo. L’impianto genererà almeno 80 GWh annui, consentirà di soddisfare il fabbisogno di energia elettrica di circa 100 mila persone e contribuirà a tagliare le emissioni di Co2 di circa 40 mila tonnellate l’anno.

Continua a leggere su FirenzeToday

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco eolico nel Mugello, via libera dal Tar

FirenzeToday è in caricamento