Sabato, 20 Luglio 2024
energia

Nuovi alberi contro le isole di calore: al via la 'forestazione urbana' delle strade

Progetto da 2,3 milioni di euro in tutti i quartieri. Il sindaco: “Fondamentale per la vivibilità nella nostra città”

Piantare alberi laddove c’è più bisogno. Ovvero lungo strade, viali, parcheggi, dove più alta è la concentrazione di smog e polveri inquinanti, pericolose per la salute, e dove è maggiore la necessità di temperare le ‘isole di calore’ generate dall’asfalto.

Per questo la giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell’assessore all’ambiente Andrea Giorgio, ha dato il via libera alla forestazione urbana lungo le principali arterie della città, un progetto che interessa strade e molto trafficate come viale XI agosto, viale Strozzi, Lungarno Aldo Moro, via Mannelli, per un totale di 2000 metri lineari di strade, oltre 170 nuovi alberi tra aceri, querce e ginkgo biloba e un investimento di 2,3 milioni di euro di fondi europei React suddivisi nei cinque quartieri.

Obiettivo del progetto è incrementare il patrimonio arboreo e arbustivo della città, inserendo nuove aiuole su marciapiedi, parcheggi, spartitraffico, dotate di alberi e arbusti capaci di apportare tutte le funzioni ecosistemiche, in particolare l’ombreggiamento delle pavimentazioni asfaltate e dei veicoli in sosta. La scelta delle nuove piante ricade su specie prevalentemente di origine autoctona sia spontanee che non spontanee ma acclimatate, selezionate in funzione della valenza ecologica, del portamento, dell’aspetto cromatico della chioma e dell’adattabilità.

Quali sono le strade interessate

Le strade interessate sono viale XI agosto, viale Benedetto Croce, via Goffredo Mameli. via Mannelli, Largo Alcide de Gasperi-Lungarno Aldo Moro, via Rocca Tedalda, viale Filippo Strozzi, piazza Mentana, piazza Tasso, via Salvi Cristiani. In totale verranno piantati 176 nuovi alberi, oltre all’inserimento di arbusti e nuove aiuole. Vediamo nel dettaglio.

Viale XI Agosto

L’area ha una valenza strategica ed il progetto nasce dalla consapevolezza che Viale XI Agosto sia una delle “porte della città” più importanti: raccoglie, infatti, il flusso proveniente dalla piana pistoiese-pratese, ma anche l’intero flusso autostradale della A1 proveniente da nord. La strategia di progetto mira a ridurre l’effetto isola di calore di una delle arterie più trafficate della città, incuneata tra autostrada, viadotto e aeroporto, e alla razionalizzazione delle corsie carrabili ripensando il viale in due corsie per senso di marcia lungo tutta la sua interezza per una velocità più costante e ridotta e quindi una maggiore sicurezza.  Nell’aiuola centrale saranno piantati 29 nuovi alberi (querce, farnie e lecci) ma anche arbusti ravvicinati per dare qualità d’insieme  e su file diverse in modo da creare prospetti visivi e interesse sulla composizione.

Viale Benedetto Croce

Il progetto parte dall’idea di sfruttare l’occasione di inserire aiuole e alberature per creare spazi di maggiore respiro da destinare alla socialità dei residenti, prevedendo marciapiedi che combinino lo spazio di percorrenza con aree pedonali più ampie. L’intervento si configura come una sorta di piccolo ‘boulevard’ in cui le infrastrutture di mobilità dolce si uniscono a spazi ombreggiati creati per poter sostare e socializzare. In totale i nuovi alberi saranno 34 (aceri, querce, peri chanticleer e spino di giuda) 

Continua a leggere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi alberi contro le isole di calore: al via la 'forestazione urbana' delle strade
FirenzeToday è in caricamento