Sabato, 13 Luglio 2024
L'iniziativa

Un albero per combattere il cambiamento climatico

È il progetto “Piantala” dell'associazione fiorentina Casa Panacea per salvare le città dalle alte temperature grazie alle piante. E che sta lottando anche contro il degrado alle Cascine

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Si ritroveranno anche stamani per pulire dai rifiuti il Parco delle Cascine. Parliamo dei volontari di Casa Panacea, un'associazione di tutela ambientale che lotta per combattere il cambiamento climatico.

“Siamo un gruppo senza scala gerarchica nato 5 anni fa per combattere il degrado e aiutare l'ambiente – dice Romeo Pinzani, tra I referenti dell'associazione nonché uno dei fondatori – Abbiamo simbolicamente adottato il Parco delle Cascine che cerchiamo di ripulire dai rifiuti organizzando ciclicamente delle passeggiate aperte a tutti, come quella di oggi che è la 51esima che abbiamo organizzato (si ritroveranno nel piazzale delle Cascine alle 10, ndr). Dai pochi che eravamo, grazie anche ai social e al passaparola, ora ogni volta siamo dalle 30 alle 50 persone”. 

Oltre alla pulizia delle Cascine o iniziative per bambini, l'associazione ha lanciato “Piantala!”, un progetto volto a combattere il cambiamento climatico. 

“Lo abbiamo lanciato sui social e ha subito riscosso successo in tutta Italia”. Il progetto, invita I cittadini a piantare almeno un albero nel giardino oppure piante e fiori sui balconi per ridurre la quantità di CO2 nell’aria e migliorare le condizioni del clima. 

“Si può piantare l'albero che si vuole – sottolinea Pinzani - dal ciliegio, che ad esempio assorbe più di una tonnellata di C02 in venti anni, al melo, l'olivo o altro. O altrimenti se non si ha il giardino, un tronchetto della felicità, una sansevieria o un falangio nell’appartamento che assorbono anche formaldeide, benzene e altri agenti chimici dannosi che si concentrano nelle stanze in cui viviamo. Oppure aloe vera, gerani o altre piante fiorite sui balconi. Basta piantare. E I risultati si vedono”.

All'appello lanciato dall'associazione fiorentina – che è dentro al progetto di partecipazione civica “Firenze per il clima” per la neutralità climatica entro il 2030 - hanno risposto in migliaia sparsi in tutta Italia. 

“Il progetto sta andando bene – commenta Pinzani – la speranza ora è che il passaparola si diffonda il più possibile. Più partecipiamo e più possiamo riuscire a invertire la rotta. Aiutateci e aiutatevi. Perché dipende tutto da noi”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un albero per combattere il cambiamento climatico
FirenzeToday è in caricamento