Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Università: inaugurata la nuova casa dello studente. 122 posti letto ma neanche un angolo cottura | FOTO / VIDEO

La struttura è pensata solo come "posto letto" per questo motivo non offre un angolo cottura, ogni camera però ha un frigo

 

Centoventidue nuovi posti letto per gli studenti universitari vincitori della borsa di studio. L’apertura di questa nuova struttura, in viale Morgagni 51, va a completare un percorso di investimenti effettuato dall’Azienda sul territorio di Firenze in questi anni, con la messa in funzione di nuovi 483 posti alloggio dislocati nelle ultime residenze universitarie attivate: 82 nella R.U. Modu e Mor in via del Mezzetta, 55 nella R.U. Dino Campana in via San Salvi, 54 nella R.U. di via Romana, 75 nella R.U. Margherita Hack a Calenzano, 95 nella R.U. Fratelli Mattei in Val di Rose a Sesto Fiorentino.

Nel seminterrato, dell'edificio E del Campus Calamandrei,  sono ubicati i locali tecnici e i magazzini; al piano terra la hall-sala tv-sala relax con di fronte la reception, una sala studio da 24 posti, 10 camere (di cui due singole) e la lavanderia. Dal secondo al quarto piano ci sono le camere: 10 doppie, 4 singole, 2 (a piano) per studenti e studentesse diversamente abili.

Le nuove 122 camere

"La struttura - si legge nel comunicato di DSU Toscana - è stata dimensionata nel rispetto del Progetto Unitario del 2009, degli standard minimi qualitativi e delle linee guida relative ai parametri tecnici ed economici previsti dal D.M. 43/2007 ai fini dell'ottenimento del coofinanziamento L. 338/200" e continua "sia le camere doppie che le singole rispettano i criteri minimi degli standard qualitativi previsti dalla sopra detta normativa e soprattutto in termini di superficie, le stesse sono ben al di sopra dei metri quadrati minimi ammissibili".

Le stanze sono belle, molto luminose e ognuna ha un bagno con doccia, wc, bidet e lavandino. Nelle camere è presente anche un frigo che permetterà agli studenti di poter conservare alcuni alimenti come latticini, frutta etc... in tutta la struttura però non c'è neanche un piano cottura. In molte residenze universitarie fiorentine, anche vicine alle mense, sono presenti cucine, ma in questa - di nuova fattura - non era previsto e così se uno studente volesse prepararsi un caffè o un tè non potrà farlo.

"E' pensata per essere una residenza che offre posti letto, chi vuole mangiare può andare alla mensa che è qui vicina - ha spiegato un referente del DSU che non vuole comparire con nome e cognome -. Gli studenti non potranno portare forni a microonde o piani cottura elettrici, al momento le direttive sono queste. Altre residenze hanno angoli cottura anche all'interno degli alloggi ma perché sono pensati come dei veri e propri appartamenti, alcune residenze hanno la necessità di avere delle cucine al loro interno per la lontananza dalla mensa, ma in questo caso si trova qui vicino".

"Durante l'emergenza sanitaria le mense universitarie hanno subito uno stop, per questo motivo, ad esempio, avevamo allestito un angolo cottura disponibile per tutti dove potevano riscaldarsi i pasti presi a mensa" ha aggiunto il referente.

Il campus Calamandrei

"Nella costruzione - si legge nella descrizione del progetto - è stata posta grande attenzione, nella fase di progettazione. alla qualità architettonica ed all’efficientamento energetico. Sono stati impiegati sia per le pareti che per i solai e la copertura, materiali che determinano un buon isolamento termico e acustico della struttura a bassa conducibilità. L’installazione di sistema fotovoltaico fa sì che l’edificio corrisponda alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici. E’ garantita la connessione dedicata alla rete web in ogni stanza oltre alla presenza di WI-FI in tutta la struttura".

La residenza Calamandrei è una sorta di campus che offre, oltre alla mensa, cinema, sale riunioni, sale studio, sale giochi e per attività congressuali.

Il presidente del DSU Toscana Marco Moretti, al suo ultimo mandato, è molto orgoglioso di questa nuova residenza che permetterà una riduzione dell'attesa per l'assegnazione dell'alloggio.

All'inaugurazione erano presenti il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l'Assessore all'Università e Ricerca Alessandra Nardini, l'Assessora Comunale Università e Ricerca Elisabetta Meucci, Consigliere Regionale Toscana Cristina Giachi, il Prorettore Vicario UNIFI Andrea Arnone.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento