Unifi: cosa prevede lo stop alle attività didattiche

Dallo stop agli esami alla conferma delle discussioni di tesi

Un fermo immagine tratto dalla video-comunicazione del Rettore

Il rettore Luigi Dei ha firmato, ieri pomeriggio 4 marzo, il decreto che recepisce le indicazioni governative circa la sospensione di ogni attività didattica fino al 15 marzo compreso, per l’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di Coronavirus.

"La decisione di estendere a tutto il territorio nazionale misure già presenti nelle Regioni più colpite - ha spiegato il rettore che ha informato anche in diretta video la comunità universitaria - è stata ritenuta misura indispensabile per contenere l’epidemia e accelerare il raggiungimento di una situazione che consenta al sistema sanitario regionale di reggere l’impatto e mettere in sicurezza la salute di tutti i cittadini".

Da domani, giovedì 5 marzo, fino a domenica 15 marzo saranno sospese tutte le attività didattiche dell’Ateneo, in qualsiasi sede svolte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le misure adottate, in dettaglio sono le seguenti: 

  • da lunedì 9 marzo l’attività didattica frontale è sostituita da forme di didattica a distanza secondo la procedura predisposta da SIAF 
  • per gli studenti con disabilità la trattazione delle modalità personalizzate di fruizione della didattica che si rendesse necessaria è delegata al CESPD;  
  • sono sospesi gli esami di profitto eventualmente in programma;
  • sono sospese tutte le esercitazioni di laboratorio, campo o fuori sede, e tutte le attività di tirocinio;
  • rimangono inalterati i calendari per le discussioni delle tesi già previsti, fermo restando che è fatto obbligo ai Presidenti delle Commissioni di adottare misure atte ad evitare contatti ravvicinati fra i convenuti accompagnatori dei laureandi. In caso di impossibilità è autorizzata la discussione a porte chiuse;
  • sono sospesi i ricevimenti degli studenti che saranno sostituiti da contatti telematici;
  • i servizi di front-office agli studenti sono attivi solo da remoto presso tutti gli sportelli (segreterie studenti, orientamento, international desk, Scuole e Dipartimenti); per casi di necessità è possibile concordare servizi su appuntamento (leggi ancora);
  • è interdetto l’uso degli spazi studio e delle biblioteche per le quali rimane attivo il servizio di prestito libri con ingressi controllati al fine di evitare affollamenti; 
  • è sospesa l’apertura delle Biblioteche di Scienze Sociali e Umanistiche nelle ore serali e nelle intere giornate di sabato;
  • le sedi non dedicate alla didattica resteranno aperte e saranno attivi tutti i servizi amministrativi per la funzionalità dei quali il Direttore Generale disporrà idonee misure organizzative per ottemperare alle indicazioni impartite dalle ordinanze governative; ivi comprese le misure già previste di lavoro agile per il personale tecnico-amministrativo;
  • i docenti, assegnisti, dottorandi, borsisti e tesisti sono autorizzati ad accedere alle sedi dove svolgono attività di ricerca, ad esclusione delle biblioteche, fatto salvo il prestito, purché nel rispetto delle prescrizioni di cui all’Ordinanza del DPCM 1 marzo 2020;
  • rimangono attivi i servizi di portierato, pulizia, vigilanza con coordinamento a cura dell’Area Servizi Economali, Patrimoniali e Logistici per le eventuali rimodulazioni derivanti dalle disposizioni di cui sopra; 
  • sono sospesi i Consigli degli Organi Collegiali in presenza e sono autorizzate modalità di svolgimento a distanza secondo le procedure d’urgenza pubblicate sul sito;
  • sono sospese le attività di missione dei Docenti fatte salve motivate ed inderogabili ragioni di non rinviabilità ed urgenza che saranno verificate ed autorizzate dai Direttori di Dipartimento;
  • il personale universitario in afferenza assistenziale, ivi compresi gli specializzandi, fatto salvo che per l’attività di didattica e di ricerca, saranno soggetti alle disposizioni delle relative Aziende sanitarie;
  • le procedure concorsuali seguono le indicazioni di cui al D.R. n. 337 del 4 marzo 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento