rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Scuola

Libernauta: il progetto di educazione alla lettura per i ragazzi dai giovani dai 14 ai 19 anni

Dal 2000 ad oggi vi hanno partecipato 17mila ragazzi tra i 14 e i 19 anni e ogni anno coinvolge circa 30 scuole secondarie di secondo grado e oltre 40 biblioteche della Città Metropolitana

“Non è la lettura di per sé, è tutto quello che viene prima”. È  una delle risposte più emblematiche registrate durante la ricerca commissionata da Libernauta alla Dott.ssa Beatrice Eleuteri dell'Università La Sapienza di Roma, realizzata lo scorso autunno e partita da un lavoro in focus-group che ha coinvolto circa 100 ragazzi in età adolescenziale (frequentanti licei, istituti tecnici e centri giovani), e anche insegnanti e bibliotecari.

Partendo da questo prezioso documento Libernauta – il progetto di educazione alla lettura più longevo e di maggior successo rivolto ai giovani dai 14 ai 19 anni -  torna dal 22 gennaio al 2 maggio 2022 con tante novità.

Dal 2000 ad oggi vi hanno partecipato 17mila ragazzi tra i 14 e i 19 anni e ogni anno coinvolge circa 30 scuole secondarie di secondo grado e oltre 40 biblioteche della Citta? Metropolitana. Con le sue venti edizioni Libernauta ha creato e diffuso a livello metropolitano una formula di educazione alla lettura semplice ma efficace attraendo anche i più riluttanti attraverso la proposta di generi e tematiche vicine alla sensibilità giovanile. La lunga storia di Libernauta  insegna che le proposte migliori sono quelle che nascono “dal basso” e dalla condivisione di obiettivi comuni.

Libernauta è un progetto promosso dal Patto per la Lettura di Regione Toscana, Comune di Firenze, Comune di Scandicci, SDIAF e SDIMM, con il patrocinio di Città Metropolitana di Firenze e AIB Toscana, organizzato e realizzato da EDA Servizi.  Partners: INDIRE - Istituto nazionale di documentazione innovazione e ricerca educativa, Liber, Qualcunoconcuicorrere, La Città dei Lettori, Un Mare di Libri.

Libernauta 2022, le novità di questa edizione

“Nel progettare una nuova edizione ci è sembrato necessario ripartire da un percorso di ascolto, di osservazione e di analisi dell'attualità – fanno sapere da Eda Servizi, la cooperativa che organizza Libernauta -.  “Dai risultati sono emersi numerosi elementi che verranno integrati nella nuova edizione e che costituiscono diretta applicazione delle suggestioni emerse dalla ricerca da noi commissionata alla Dott.ssa Beatrice Eleuteri dell'Università La Sapienza di Roma,  esperta in comunicazione ed educazione alla lettura”.

Nella sua versione originale, Libernauta prevedeva iscrizioni individuali. Anche il premio era pensato per singoli vincitori. La nuova edizione mira a contrastare il pregiudizio di isolamento che la lettura reca con sé, aggiungendo la possibilità di partecipazione al concorso anche per gruppi di lettori. In questo modo la spinta aggregativa dovrebbe sovrastare la percezione di fatica e difficoltà riscontrate dall’indagine.

Sempre nell'ottica della socializzazione attraverso la lettura, si è pensato di orientare i premi del concorso verso attività che comprendano la componente materiale e relazionale. I vincitori della sezione “Gruppi”, dopo essere stati premiati a La città dei Lettori - progetto della Fondazione CR Firenze e dell'Associazione Wimbledon APS incentrato sul libro, la lettura e la sua promozione con appuntamenti e festival in tutta la Toscana - avranno la possibilità di partecipare alla rassegna Un Mare di Libri che si svolgerà a Rimini nella seconda metà di giugno. In questo soggiorno letterario i ragazzi potranno socializzare con altri giovani, stimolando il passaparola presso i coetanei.

La componente più importante emersa in tutti i gruppi è stata quella della competizione tra lettura e altri media, giudicati più efficaci o immediati. Si è pensato quindi di aprire la possibilità di recensire un libro utilizzando più linguaggi narrativi: mappa concettuale, creazione di colonne sonore e playlist, podcast, illustrazioni e video.

Altra novità di questa edizione sono i “ragazzi ambasciatori”: alla domanda “da chi ti faresti consigliare un libro?” la risposta più comune è stata che fossero proprio i ragazzi coetanei i più efficaci a promuovere il concorso, lasciando poi all'adulto solo il ruolo di facilitatore per l'accesso ai libri. Questa possibilità risponde sempre al bisogno di socializzazione, soprattutto andando ad annullare la componente scolastica costrittiva, puntando invece verso il bisogno di libera scelta.

Infine, la collaborazione con INDIRE, Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa: con INDIRE sarà realizzato un momento di formazione per insegnanti ed addetti ai lavori, nonché un progetto pilota con i ragazzi dell'istituto superiore Russell Newton di Scandicci. Grazie a questa collaborazione saranno rilasciati degli attestati validi ai fini formativi.

Le modalità di partecipazione

Come dicevamo da questa edizione si potrà scegliere se partecipare in “navigazione solitaria” oppure coinvolgere un gruppo di amici, non necessariamente della stessa classe ma che comunque abbiano un'età compresa tra i 14 e i 19 anni. I gruppi possono essere formati da un massimo di 5 persone.

Per partecipare al concorso individualmente è necessario recarsi alla propria biblioteca e farsi rilasciare il codice personale e il kit di benvenuto, prendere in prestito uno dei magnifici 15 libri di questa edizione, andare sul sito libernauta.it e iscriversi al concorso.
Per concorrere ai premi e avere diritto all'attestato di partecipazione sarà necessario presentare almeno 3 recensioni. Tra i premi che saranno assegnati in questa categoria buoni acquisto per librerie, piattaforme streaming video e musicali, biglietti per cinema, teatro, mostre, concerti. La recensione migliore sarà pubblicata sulla rivista di settore LIBER, libri per bambini e ragazzi.

Anche per partecipare al concorso in gruppo è necessario che il capo squadra si rechi in una delle Biblioteche della Città Metropolitana aderenti all'iniziativa, per farsi così rilasciare il codice squadra che servirà per la registrazione sul sito libernauta.it . Da lì sarà poi possibile scegliere un nickname per la squadra e rendere noti i nomi dei componenti (massimo 5). La recensione di gruppo sarà "transmediale" e cioè sarà necessario raccontare le impressioni della squadra sul libro connettendo più linguaggi narrativi.
Quante suggestioni possono emergere dalla lettura? Si chiede ai ragazzi di trovare una connessione tra la storia letta nel libro e la musica che farà entrare il prossimo lettore nel mood giusto. Oppure andare a pescare connessioni con il cinema, nella fotografia o in un quadro. Le connessioni con altri mondi artistici possono essere tantissime. Sicuramente in questo caso l'unione frà la forza, perchè ognuno potrà mettere in gioco le proprie passioni personali.

Più linguaggi narrativi saranno utilizzati (testo, podcast, video, grafica, musica, illustrazioni) più punteggio sarà attribuito. I contenuti proposti possono essere sia originali (creati ad hoc) oppure frutto di una ricerca (opere d'arte, spezzoni di film, visite virtuali).  Saranno premiate le connessioni che meglio sapranno raccontare il libro in modo transmediale, incuriosendo e regalando agli altri lettori la propria visione della storia. Per concorrere è necessario presentare un percorso che utilizzi almeno 3 linguaggi narrativi a scelta tra quelli proposti. Vince chi riuscirà a raccontare il libro proponendo il percorso più originale rispetto al libro di partenza. Il premio per la squadra migliore sarà un soggiorno letterario a Un Mare di Libri, primo festival di letteratura in Italia dedicato unicamente agli adolescenti che si svolgerà a Rimini nella seconda metà di giugno 2022.  

Il Comitato scientifico e i 15 libri selezionati

Come ogni anno Libernauta si avvale del prezioso supporto di un comitato scientifico. In questa edizione il progetto può contare sulla presenza di rappresentanti  attivi nella promozione della lettura, scrittori esperti di letteratura per ragazzi come Marco Magnone e Daniele Aristarco, insegnanti come Matteo Biagi oltre ad una bibliotecaria Ilaria Tagliaferri direttrice della rivista di settore LIBER.

Tra i libri selezionati: Insalata mista di Gaia Guasti (Camelozampa 2021), Figli dello stesso cielo. Il razzismo e il colonialismo raccontati ai ragazzi di Igiaba Scego (Piemme 2021), La pietra oscura di Marco Baliani (Bompiani 2021), Chiedi ai sogni di fare rumore di Alessandro Q. Ferrari (Mondadori 2021), Buonanotte, Signor Tom di Michelle Magorian (Fazi 2021), Rose fuori dal mondo di Patrice Lawrence (EDT-Giralangolo 2021), Senza una buona ragione di Benedetta Bonfiglioli (Pelledoca Editore 2021), Un attimo perfetto di Meg Rosoff (BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2021), Come due gocce nell’arcobaleno di Amber Smith (Mondadori 2020), Come nascono gli incendi di Michele Arena (Mondadori 2020), Educazione rap di Amir Issaa (ADD Editore 2021), Poet x di Elizabeth Acevedo (Sperling&Kupfer 2021), R. Ribelli resistenza rock ‘n’ roll di Marco Ponti e Christian Hill (Feltrinelli 2021), Nippon yokai. il gioco delle dieci storie di Elisa Menini (Oblomov Edizioni 2020), Per sempre di Assia Petriccelli e Sergio Riccardi (Tunué 2020).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libernauta: il progetto di educazione alla lettura per i ragazzi dai giovani dai 14 ai 19 anni

FirenzeToday è in caricamento