Storie differenti

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 03/09/2020 al 03/09/2020
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    8 €, il ridotto Coop-Arci 5 €, i ragazzi al di sotto di 12 anni pagano un biglietto simbolico di 1€.
  • Altre Informazioni

Continua a San Salvi e con un bel successo di pubblico il Festival Storie differenti, giunto alla sua settima edizione, che quest’anno i Chille de la balanza propongono con il sottotitolo “Ri-Creare Comunità”: imperativo quanto mai urgente e necessario.

Da giovedì 3 settembre ecco una due giorni di Teatro con spettacoli anche per i ragazzi.

Inizia il Melarancio, storica compagnia di teatro ragazzi che ha sede a Cuneo, in scena giovedì 3 settembre ore 21 con “Ma Con Gran Pena Le ReCa Giù di magiche storie e montagne incantate”.

 Da giovedì 3 settembre ecco una due giorni di Teatro con spettacoli anche per i ragazzi.

Inizia il Melarancio, storica compagnia di teatro ragazzi che ha sede a Cuneo, in scena giovedì 3 settembre ore 21 con “Ma Con Gran Pena Le ReCa Giù di magiche storie e montagne incantate”.  

Così Gimmi Basilotta, regista della compagnia, presenta lo spettacolo: “Da bambini, un tempo, alla scuola elementare, imparavamo una buffa frase per ricordare il nome delle Alpi: Ma Con Gran Pena Le ReCa Giù. E oggi? Ci chiediamo, parafrasando Shakespeare: La Montagna! Che cos’è la Montagna per il bambino e lui per la Montagna? (Amleto, atto II scena I). Ancora oggi, nonostante tutto, per il mondo dell’infanzia la montagna ha un’anima: da un lato è attrattiva, dall’altro genera nei bambini una forma di distanza, perché è tanto più grande di loro e incute un rispetto misto a timore. Dal confronto di questi immaginari, quello nostro di ieri e quello dei bambini di oggi, è nata l’idea dello spettacolo Ma Con Gran Pena Le ReCa Giù, per raccontare la relazione tra l’uomo e la montagna, con l’obiettivo di invitare lo spettatore (bambino e non solo!) ad ascoltare con attenzione la propria voce interiore e le voci e i suoni delle nostre montagne, rendendolo consapevole che noi tutti apparteniamo allo stesso ambiente e promuovendo in lui una coscienza ecologica, volta al rispetto della natura come bene comune”.

La storia più nota della nostra cultura, quella di Pinocchio riletta nel linguaggio della danza, è a San Salvi venerdì 4 settembre con “Pinocchio game” della compagnia Movimentoinactor di Pisa. Nella creazione della coreografa Flavia Bucciero, è ribaltato il rapporto bambino/burattino nel mondo. Un bambino, Pinocchio, nostro contemporaneo, viene risucchiato dal computer mentre sta giocando a un videogame. Entra così in una realtà di burattini, in cui lui stesso è burattino tra burattini. Si succedono personaggi divenuti ormai simbolici per l’immaginario universale: il grillo parlante, la fatina, mangiafuoco, il gatto e la volpe, lucignolo e tanti altri, ognuno portatore di una sua morale o antimorale. Manca all’appello Geppetto, perché il vero padre di questo nostro Pinocchio è la realtà virtuale. Come ogni bravo Pinocchio contemporaneo attraverserà molte disavventure, fino ad uscirne, ritornando finalmente bambino. Da sottolineare la creazione dei videoartisti Valerio Ciminelli e Massimiliano Siccardi, che concretizzano la materializzazione di un inconscio visivo, stratificazione dei segni suscitati dal racconto di Collodi.

Prosegue intanto la bella mostra “Un diario nella pandemia”, realizzata da Dovilė Bružaitė e Matteo Baldini. In essa i due Artisti, coppia anche nella vita, raccontano per immagini la loro vita in quarantena nel lungo lockdown vissuto con il figlioletto di due anni, da Marzo a Giugno 2020. La mostra, ad ingresso libero, resterà aperta per tutta la durata del Festival, tutte le sere prima e dopo gli spettacoli. 

Per tutti gli spettacoli, anche per il ridotto numero di posti disponibili per le nuove normative in vigore, si consiglia una tempestiva prenotazione e l’acquisto in anticipo con paypal o bonifico. Il biglietto intero costa

Biglietti

8 €, il ridotto Coop-Arci 5 €, i ragazzi al di sotto di 12 anni pagano un biglietto simbolico di 1€.

E’ possibile acquistare anche un biglietto sostenitore progetto Chille-San Salvi 12 euro a persona: serve ad aiutare la compagnia in un momento di difficoltà causa Covid 19. Tra chi acquisterà questi biglietti saranno estratti a fine estate premi di riconoscimento di fidelizzazione. 

E’ infine disponibile un numero limitato di Mini-abbonamenti per n. 3 spettacoli a soli 13€.

In merito, contattare i Chille: whatsapp 335 6270739, mail info@chille.it. Per ulteriori informazioni: www.chille.it. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Proiezioni sulla Cupola per i suoi 600 anni

    • Gratis
    • dal 1 al 30 settembre 2020
    • Duomo di Firenze
  • Open City Scandicci: il programma tra cinema, teatro e circo

    • dal 13 luglio al 27 settembre 2020
  • Museo del Novecento: musica, teatro e arte a ingresso gratuito

    • Gratis
    • dal 2 luglio al 2 ottobre 2020
    • Museo Novecento

I più visti

  • Tutankamon: viaggio verso l’eternità. La mostra a Firenze | FOTO / VIDEO

    • dal 15 febbraio al 31 ottobre 2020
    • Palazzo Medici Riccardi
  • Arrivano i lupi nelle piazze di Firenze: la mostra | FOTO

    • Gratis
    • dal 13 luglio al 2 novembre 2020
    • Palazzo Pitti
  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 gennaio al 27 dicembre 2020
    • piazza ciompi
  • Proiezioni sulla Cupola per i suoi 600 anni

    • Gratis
    • dal 1 al 30 settembre 2020
    • Duomo di Firenze
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FirenzeToday è in caricamento