Shakespeare suite: tradire o morire

Nessun autore di teatro più di Shakespeare ha catturato i meandri dell’animo umano, rimanendo ancorato in maniera unica al suo tempo e allo stesso modo scolpendo dei personaggi che sono divenuti veri e propri stereotipi dei sentimenti più forti. Le opere di Shakespeare continuano in maniera implacabile ad essere giudici del tempo. Ed ogni scelta di messa in scena se da un lato può risultare appropriata dall’altro apre ad infiniti punti interrogativi. Il ritmo, la forza e l’audacia del testo spingono inevitabilmente ognuno di noi a credere nella propria fortuna e nel proprio destino. Amleto Ofelia Otello Romeo Giulietta nomi che abitano l’immaginario collettivo da secoli fanno parte inopinabilmente dell'identità moderna. Se al tempo Shakespeare divenne per il burbero popolo inglese il portatore di un sapore di esotismo e di evasione geografica nell'attuale tali prodigi letterari ci illuminano per il loro senso di purezza, per la loro straordinaria capacità di isolarci all'interno dei valori infrangibili dell’essere umano. Da Otello a Giulio Cesare ad Amleto, il tradimento da ipotesi di pura gelosia amorosa diviene complotto premeditato contro il potere per finire nell'orgia omnicomprensiva amletiana: potere, amore, sesso e follia. In Shakespeare la vicenda umana pare non avere alternativa, al tradimento si contrappone sempre la morte e i personaggi vittime del loro destino paiono vivere come dei fiori profumatissimi appena colti della cui caducità rimaniamo innamorati. E se l’amore è la chiave della vita, e che amiamo come dice M.Yourcenar “perché non siamo capaci di sopportare di essere soli”, allora il teatro può essere davvero ancora il luogo del conforto. E queste straordinarie opere ne sono la conferma.

Sulla bellezza della musica dal vivo, di danze e canti si darà spazio, vita e colore a tre Suite tratte dal meglio di tutto ciò che il teatro può ancora offrire.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Avamposti festival, il programma

    • dal 11 al 30 settembre 2020
  • Teatro all'aperto con "Un respiro leggero"

    • dal 17 al 19 settembre 2020
    • Teatro LA FONTE
  • TuscanyHall: Cappuccetto Rozzo di e con Jonathan Canini

    • 22 settembre 2020
    • TuscanyHall

I più visti

  • Tutankamon: viaggio verso l’eternità. La mostra a Firenze | FOTO / VIDEO

    • dal 15 febbraio al 31 ottobre 2020
    • Palazzo Medici Riccardi
  • Arrivano i lupi nelle piazze di Firenze: la mostra | FOTO

    • Gratis
    • dal 13 luglio al 2 novembre 2020
    • Palazzo Pitti
  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 gennaio al 27 dicembre 2020
    • piazza ciompi
  • Proiezioni sulla Cupola per i suoi 600 anni

    • Gratis
    • dal 1 al 30 settembre 2020
    • Duomo di Firenze
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FirenzeToday è in caricamento