C'era una volta un manicomio, lo spettacolo-provocazione a San Salvi

Donne a San Salvi, Carla Cerati

A mezzanotte e quindici del 15 giugno i Chille De La Baldanza torneranno in scena a Sal Salvi per la riapertura dei teatri. Lo faranno con uno spettacolo storico e provocatorio "C’era una volta…il manicomio?", giunto alla replica numero 609 di e con Claudio Ascoli, nel "segno del 15": 15 giugno, 15 spettatori, 1,5 il costo simbolico del biglietto. Tra le altre cose il 15 è il numero che nella smorfia napoletana - cui non può non riferirsi un napoletano doc come Ascoli – sta ad indicare “‘o guaglione: il ragazzo che abbia eletto per proprio regno la strada, dove sa muoversi con maestria, si diverte, gioca e magari presta la sua piccola opera servizievole nell’intento di procurarsi…un piccolo guadagno”.

Quest’edizione speciale, nel cui titolo è aggiunto a quello originale un "?", durerà solo 40 minuti e sarà priva del momento itinerante, nel rispetto delle normative vigenti.

Ma l’attore-regista partenopeo non si è arreso, anzi – così almeno assicura – il momento Covid-19 ha aperto nuovi orizzonti, stimolato singolari, amaramente divertenti momenti di confronto tra la realtà manicomiale di un tempo e l’oggi. Sopravvivere e Vivere allora come adesso spesso erano alternativi tra loro. Tanti i possibili punti in comune che prenderanno vita nel nuovo racconto di Ascoli: l’assenza della Persona, il dominio del numero, la morte nascosta, il potere assoluto dei “tecnici”. Di forte attualità la favola del Serpente che entra in corpo e domina l’uomo che lo ospita sino ad impedirne l’azione anche una volta uscito, favola che Ascoli riprende da “L’Istituzione negata” di Franco Basaglia con l’invito a ritrovare il senso della Vita una volta restituiti a una qualche forma di libertà.

Lo spettacolo “C’era una volta…il manicomio”

“C’era una volta…il manicomio”, nata nel lontano 1999, ogni sera diversa dalle precedenti, ha superato i 60.000 spettatori. Vanta il riconoscimento di Unesco e Consiglio d’Europa come Passeggiata patrimoniale, proprio grazie alla parte in cui Ascoli accompagna i suoi passeggiatori lungo i viali di San Salvi, come in un viaggio nella memoria che si confronta l’oggi. Negli ultimi anni l‘evento ha girato in lungo e largo tra gli ex-manicomi italiani - tra cui, oltre Firenze, Trieste, Gorizia, Udine, Volterra, L’Aquila, Aversa, Napoli, Reggio Emilia, Quarto-Genova, Fermo e Palermo - in edizioni riferite alle singole realtà e situazioni.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Avamposti festival, il programma

    • dal 11 al 30 settembre 2020
  • Intercity festival al teatro della Limonaia

    • dal 11 settembre al 19 ottobre 2020
    • Teatro della Limonaia

I più visti

  • Tutankamon: viaggio verso l’eternità. La mostra a Firenze | FOTO / VIDEO

    • dal 15 febbraio al 31 ottobre 2020
    • Palazzo Medici Riccardi
  • Arrivano i lupi nelle piazze di Firenze: la mostra | FOTO

    • Gratis
    • dal 13 luglio al 2 novembre 2020
    • Palazzo Pitti
  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 gennaio al 27 dicembre 2020
    • piazza ciompi
  • Proiezioni sulla Cupola per i suoi 600 anni

    • Gratis
    • dal 1 al 30 settembre 2020
    • Duomo di Firenze
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FirenzeToday è in caricamento