Eventi San Frediano

Riapre il Teatro di Cestello: cinque appuntamenti a primavera da Donatella Alamprese al nuovo monologo di Marco Predieri

Dopo la lunga chiusura, di oltre un anno, grazie all'iniziativa "Bentornato Teatro", promossa dall'assessore alla cultura del Comune di Firenze, Tommaso Sacchi, tornano ad accendersi anche le luci del Teatro di Cestello. Un cartellone di cinque titoli per ripartire, dalla canzone d'autore con Donatella Alamprese, Marco Cantini e Silvia Conti, alla prosa con Marco Predieri e poi il Teatro per Ragazzi con il Cantiere Obraz. Cinquanta spettatori a sera che potranno ritrovare le magiche atmosfere del saloto teatrale più amato di Firenze.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Primavera di rinascita, così sembra, per i sipari italiani… che tornano ad alzarsi sullo spettacolo dal vivo, sia pure con regole ancora stringenti, ma con la forza e la gioia di ritrovare il loro pubblico. A Firenze le luci si stanno accendendo già in tutte le realtà più importanti, che hanno aderito di slancio all’iniziativa lanciata dal Comune di Firenze “Bentornato Teatro”. Un appello al quale non poteva mancare lo storico Teatro di Cestello, la più piccola delle grande sale del capoluogo toscano. “Dopo un anno molto difficile tornano ad alzarsi i sipari di Firenze - sottolinea l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, nel dare il benvenuto a questa prestigiosa occasione per l’Oltrarno e tutta la città - E’ un segnale di ripartenza e speranza che dimostra quanto il teatro sia stato vivo, abbia continuato a provare, creare, progettare e abbia tanta voglia di rinascere. Siamo accanto al Teatro di Cestello per questa sfida e ci auguriamo che a queste prime date primaverili possa aggiungersi una nuova stagione piena di successi”. I riflettori si riaccenderanno sabato 21 maggio, su Donatella Alamprese, diva internazionale della canzone d’autore, che qui è di casa, avendo eletto da diverse stagione il palco di San Frediano come punto di partenza delle sue nuove produzioni, che poi porta in tutto il mondo. Ad accompagnarla sarà il Maestro chitarrista Marco Giacomini, nel recital concerto “Starting over”.
 

Venerdì 28 toccherà quindi ai cantautori Silvia Conti e Marco Cantini, impegnati in “Vuoi mettere risorgere”, citazione evocativa, dal Pompeo di Andrea Pazienza. Con loro l’attore Rosario Campisi e i musicisti Francesco “Fry” Moneti , dei Modena City Ramblers, Gianfilippo Boni e Bob Mangione. Sabato 29 la scena passa all’attore e regista Marco Predieri, con un nuovo monologo da lui stesso scritto: “Il costruttore di valigie”, che si avvarrà della preziosa regia di Francesca Nunzi. Confessioni di scena di un attore … che è prima di tutto spettatore. Il ciclo si conclude sabato 5 giugno con una giornata dedicata al teatro ragazzi, a cura del Cantiere Obraz: “Il respiro del pubblico”. Per ogni spettacolo sono previsti 50 spettatori, nel pieno rispetto delle norme in vigore. L’orario d’inizio è fissato alle 19,30, ma potrebbe essere posticipato di un’ora, se dovesse slittare il termine del coprifuoco oltre le 22. La prenotazione e il ritiro anticipato dei biglietti sono obbligatori, nelle modalità che saranno indicate al momento della richiesta dei posti. Le prenotazioni dovranno pervenire via whatsapp o sms al numero 3922669655.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre il Teatro di Cestello: cinque appuntamenti a primavera da Donatella Alamprese al nuovo monologo di Marco Predieri

FirenzeToday è in caricamento