Pupi di Stac: Raperonzolo al Puccini

La celebre fiaba con la perfida strega e la giovinetta imprigionata nella torre è qui allietata dalla presenza del leprottino Frinfo e movimentata da un inseguimento addirittura in sala fra gli spettatori. Non manca il lieto fine preceduto dalla necessaria bastonatura della “cattiva”.

Il principino Filippo non ama stare a Palazzo e va sempre a giocare in campagna, dai contadini Rosa e Berto che non hanno figli. Finalmente Rosa è incinta e desidera tanto mangiare dei raperonzoli che crescono vicino ad un rudere. Nonostante la proibizione del marito la donna coglie un rametto… la Strega, padrona degli ortaggi, obbliga Rosa a consegnarle la nascitura, pena la morte. Raperonzolo cresce in prigionia, su di un’alta torre; quando la madre/strega la chiama da fuori getta le trecce e la tira su. La matrigna dona alla ragazza tre oggetti magici, ma non sa che alla fine saranno gli strumenti della propria rovina. Il principe Filippo, ormai grande, cerca di salvarla ma la strega lo trasforma in leprotto. Dopo un movimentato inseguimento il padre della giovane bastona la strega che poi finisce infondo ad un lago. Gran finale con il principe Filippo che sposa Raperonzolo e i poveri genitori finalmente rasserenati.

Lo spettacolo dei Pupi di Stac sarà al Puccini il 17 marzo.

Biglietti

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Basta barbablù" diretta streaming 

    • Gratis
    • 3 dicembre 2020
    • Diretta streaming

I più visti

  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 gennaio al 27 dicembre 2020
    • piazza ciompi
  • Van Gogh e i maledetti, la mostra torna a Firenze

    • dal 1 agosto al 8 dicembre 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Kevin Francis Gray, la mostra a Firenze

    • dal 2 giugno al 21 dicembre 2020
    • Museo Stefano Bardini
  • "Farulli 100": cento concerti nel centenario della nascita del grande violinista

    • dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento