rotate-mobile
Eventi via Fabrizio De André, 1

Firenze per la Città della Scienza: musica e spettacolo all'Obihall

Personalità note ed artisti fiorentini attivi per la raccolta fondi per il museo napoletano distrutto dalle fiamme lo scorso marzo

All'Obihall di Firenze una serata per sostentare la Città della Scienza di Napoli. Molte personalità note e artisti del capoluogo toscano promuoveranno uno show il prossimo 28 novembre per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione del polo culturale napoletano andato distrutto in un incendio doloso lo scorso marzo.

Lo slogan che fa da sfondo alla manifestazione è: “Perché?... Perché la scienza è di tutti” dalle parole di Margherita Hack, scienziata, recentemente scomparsa, dallo spirito battagliero che alla scienza ha dedicato tutta la sua vita. E' contro gli atti di violenza insensata che gli organizzatori promuovono l'evento, con l’intento di lanciare un segnale forte e chiaro in nome della legalità e della giustizia con armi simboliche, quali la musica, l’arte e la poesia.

Una serata di musica e spettacolo: ogni gruppo, ogni artista, si esibirà con il proprio repertorio mentre la regia sul palco sarà affidata ad un gruppo di attori e comici. I brani musicali saranno alternati a letture, intermezzi e sketch fino alla jam-session finale di tutti i partecipanti, sulle note di Don Raffaè di Fabrizio De Andrè.

L’ingresso alla serata sarà a bigliettazione (15 euro il costo del biglietto con sconti per gli studenti sotto i 18 anni e per le comitive scolastiche) ed i proventi derivanti dalla vendita degli ingressi andranno totalmente devoluti ai fini della ricostruzione. L'ogranizzazione dell'evento è stata possibile grazie alla collaborazione tra il gruppo musicale Mediterranea di Firenze,  Arci Firenze, C.G.I.L. Toscana, CGIL camera del lavoro di Firenze, associazione Libera e provincia di Firenze. mattone fiorito-2

All’evento fiorentino ne seguirà uno che avrà sede proprio a Napoli nella primavera 2014. Il progetto generale prevede la creazione di un fondo nel quale confluiranno i proventi delle sponsorizzazioni, delle serate e delle iniziative collaterali. Prima fra queste è la vendita dei “mattoni fioriti”, delle finte pietre fatte di carta pesta pressata mescolata con semi di piante naturali, che al contatto con l’umidità possono fiorire. Un oggetto dal profondo valore simbolico, creato dall’artista fiorentina Paola Lucchesi per significare la speranza e la ricrescita. Questi mattoni verranno ceduti a titolo di contributo al prezzo simbolico di 50/100 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firenze per la Città della Scienza: musica e spettacolo all'Obihall

FirenzeToday è in caricamento