rotate-mobile
Eventi Centro Storico / Piazza di Santa Maria Novella

In piazza Santa Maria Novella gli hot-dog artistici di Erwin Wurm | FOTO

In piazza un particolare furgoncino di street-food o meglio di street-art

In piazza Santa Maria Novella è parcheggiato un particolare furgoncino, targato Austria, che serve hot-dog. No, non si tratta di un semplice street food, ma di una vera e propria opera d'arte che offre il panino con la salsiccia e proprio da questa funzione prende il nome di "Salsiccia - Fat Bus". L'installazione artistica è stata pensata e realizzata da Erwin Wurm per Firenze in occasione della sua mostra alla Galleria Poggiali, che prenderà il via il 24 settembre. L'evento è inserito nel cartellone della prima Florence Art Week ed è stato realizzato in collaborazione con il Museo Novecento di Firenze e organizzata da Muse.

Gli hot-dog sono gratis ma è preferibile lasciare un'offerta, ma come hanno spiegato i due ragazzi che lavorano al Fat Bus non sono molti quelli che lasciano dei soldi. "Se continuiamo così arriveremo ad oltre 200 panini al giorno - spiega il giovane cuoco che ha la sua postazione proprio all'interno del furgoncino rosa pastello, tendente al lilla, modificato ironicamente con il poliuretano - Siamo aperti dalle 10:00 e fino alle 21:30". Una postazione strategica quella del bus che va così ad incuriosire passanti, residenti e anche turisti. In fila per un hot dog si trovano clienti di ogni età: stuzzicati dalle forme ingrassate dell'opera che sono la firma di Wurm.

Il salsiccia bus di Erwin Wurm a Firenze

"Trans Formam": la mostra di Erwin Wurm alla Galleria Poggiali

Se il Salsiccia - Fat Bus sarà posizionato in piazza Santa Maria Novella solo fino al 30 settembre, la mostra dedicata a Erwin Wurm, negli spazi della Galleria Poggiali (Via della Scala, 35/A-29/Ar e Via Benedetta 3r), invece sarà visibile fino al 18 marzo 2023 (l'inaugurazione sarà il 24 settembre). "Trans Formam", questo il nome della mostra curata da Helmut Friedel, raccoglie opere iconiche che consistono in oggetti di uso quotidiano completamente trasformati come Big Kiss, i würstel che si avvinghiano in un bacio. Oppure la borsa elegante da donna sorretta da gambe affusolate oltremisura e ancora le celebri Fat houses: tra le quali spicca la casa di Marx, resa obesa dall’essere trasformata in seduta, schiacciata dal peso dello spettatore eventuale, come ad accentuare il versante ironico attraverso il gesto di poggiare il proprio sedere sulla casa del celebre pensatore.

Tutta la scultura è pertanto sinonimo di trasformazione e come spiega il curatore Helmut Friedel: "Della vita fanno, in generale, parte i processi di cambiamento. Erwin Wurm è divenuto celebre per le sue ‘One Minute Sculptures’, opere per le quali l’artista chiede a persone comuni di mantenere per un minuto una particolare posa interagendo con oggetti di uso quotidiano. La figura, il corpo viene trasposto in una diversa forma, spesso con una connotazione leggermente ironica". La particolarità d Wurm è che la trasformazione della figura "si estende anche agli oggetti con i quali essa si relaziona: automobili in sovrappeso (come i loro proprietari), würstel che deformano l’aspetto di automobili e case o che semplicemente si baciano tra loro; una bella borsa della spesa che va a fare compere sulle proprie gambe". "La mostra Trans formam ci offre una straordinaria carrellata delle sfaccettature che queste mutazioni e variazioni della realtà possono assumere trovando incarnazione nelle sculture di Erwin Wurm", conclude Friedel.

Nella sede di via Benedetta della galleria occupa la parte centrale dello spazio, isolata ed iconica, la fat convertible: un’auto cabrio realizzata appositamente per l'occasione della mostra di Firenze secondo la sua celeberrima metamorfosi che la rende sovradimensionata fino ad arrivare a 430 cm, gonfiata attraverso il poliuretano con gli esterni specchianti in fusione di alluminio e gli interni verde acido. L’opera rappresenta la sintesi della poetica di Erwin Wurm e ne segna inequivocabilmente la riconoscibilità nel panorama dell’arte mondiale.

Una mostra di impianto museale che alterna sculture di vario materiale, marmo, alluminio, bronzo, vetro di murano, cemento, a dipinti recanti le parole iconiche della mostra, anch’esse gonfiate fino a renderle appena leggibili sulla superficie. Risaltano le tele con scritto in italiano “salsiccia”, “gelato” e “salame”, mai realizzate prima con questi termini e prodotte appositamente. Per l’occasione sarà edito un catalogo dedicato, con un saggio di Helmut Friedel.

Qui sotto la Fat convertible

unnamed-63-23

Chi è Erwin Wurm

Erwin Wurm (nato nel 1954) è un artista austriaco. Vive e lavora a Vienna e Limberg in Austria, e a New York City. Wurm è noto per il suo approccio umoristico al formalismo. Le sue opere sono presenti nelle più importanti collezioni private e pubbliche fra le quali ricordiamo: MoMA, The Museum of Modern Art, New York. Solomon R. Guggenheim Museum, New York. Judith Rothschild Foundation, New York. Tate Modern, London. Centre Pompidou, Musée National d’Art Moderne, Paris. Musée d’Art Contemporain de Lyon, Lyon. Albertina, Vienna. MUMOK, Museum Moderner Kunst Stiftung Ludwig Wien, Vienna. Österreichische Galerie Belvedere, Vienna. Berlinische Galerie, Berlin. Kunsthalle Bremen, Bremen. Sammlung Deutsche Bank, Berlin. Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato. MAMbo, Museo d’Arte Moderna di Bologna, Bologna. Museion, Museo d’Arte Moderne e Contemporanea Bolzano, Bolzano. Nomas Foundation, Rome. Fundación ARCO, Centro de Arte Dos de Mayo, Madrid. Kunsthaus Zürich, Zürich.

Fra le recenti mostre personali ricordiamo: One Minute Forever, Museum of Contemporary Art, Belgrade, Serbia (2022); Dissolution, MAK (Museum für Angewandte Kunst), Geymüllerschlössel, Vienna, Austria (2021); One Minute in Taipei, Taipei fine Arts Museum, Taipei City, Taiwan (2019); [mac] Musée d’Art Contemporain, Marseille, France 019); Peace & Plenty, Kunstmuseum Luzern, Switzerland (2018); Peace & Plenty, Albertina, Vienna, Austria (2018); Hot Dog Bus, ?Public Art Fund, New York, USA (2018); Carl Spitzweg – Erwin Wurm. Köstlich! Köstlich?, Leopold Museum, Vienna, Austria (2018); ussballgrosser Tonklumpen auf hellblauem Autodach, Kunsthaus Graz, Graz, Austria (2017). Nel 2017 è stato scelto per rappresentare il suo paese, l’Austria presso la 57esima Biennale di Venezia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In piazza Santa Maria Novella gli hot-dog artistici di Erwin Wurm | FOTO

FirenzeToday è in caricamento