Natale 2018: acceso l'albero dei migranti

L'opera è frutto di un laboratorio di falegnameria

E' stato accesso al Palazzo del Pegaso l'albero di Natale realizzato dagli ospiti del Centro SPRAR di Dicomano e del CAS di Fiesole. Alto tre metri, e interamente realizzato in legno, l'opera è stata costruita grazie a un laboratorio di falegnameria organizzato dalla cooperativa Il Cenacolo.

“Questo albero per noi, oltre al significato natalizio, ha quello dell'incontro, dell'integrazione e della convivenza tra culture e religioni diverse. Anche perché alla realizzazione, insieme ai nostri operatori, hanno partecipato con entusiasmo diversi migranti di religioni diverse da quella cristiana - spiega David Delle Cave, responsabile del Centro SPRAR Dicomano e del CAS di Fiesole - E questo assume un senso ancora più importante in questo momento così delicato in tema di migranti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 1 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento