Torna la Notte dei ricercatori e delle ricercatrici: i cibi del futuro, ascoltare l'Universo e molto altro

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 27/11/2020 al 28/11/2020 oggi e domani
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
    Sito web
    bright-night.it

Ascoltare il suono dell'Universo, capire perchè gli insetti potrebbero essere il cibo di un prossimo futuro e ancora la relazione uomo-animale da compagnia com'è stata modificata dal Covid? questi e molti altri temi saranno sviluppati in occasione della notte Notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori. La manifestazione, nata per iniziativa della Commissione UE nel 2005, che di consueto si svolge alla fine di settembre, a causa dell’emergenza sanitaria quest’anno si è data appuntamento venerdì 27 novembre e si svolgerà principalmente online per creare, sia pure a distanza e in sicurezza, l’occasione per far incontrare i cittadini e i ricercatori.

In Toscana l’iniziativa prenderà il nome di BRIGHT-NIGHT, che unisce l'acronimo "Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research" (I ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca) con la parola notte.

I temi al centro dell’evento toccheranno praticamente tutti i campi della scienza e della cultura, ma in particolare quello della sostenibilità sociale e ambientale in riferimento all'Agenda 2030 delle Nazioni Unite e al 20° anniversario della Carta Europea dei Diritti. Mini-conferenze, webinar, video esperimenti, contest, visite a musei scientifici, attività e laboratori in digitale saranno proposti ai cittadini per mostrare un magnifico mondo di scoperte e conoscenza.

La manifestazione avrà il suo cuore venerdì 27 novembre, ma si estenderà anche a sabato 28 e ai giorni precedenti e offrirà un ventaglio di pre - eventi disponibili online su www.bright-night.it, il sito dove saranno via via dettagliate tutte le iniziative dei partner toscani.

QUI il programma completo

La squadra di BRIGHT-NIGHT è sostenuta dalla Regione Toscana ed è composta, con il coordinamento dell’Università di Firenze, dall’Università di Pisa, l’Università di Siena, l'Università per Stranieri di Siena, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, la Scuola Normale Superiore e la Scuola IMT Alti Studi Lucca. L’iniziativa coinvolge anche un’ampia rete di enti di ricerca - fra cui il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), l’European Gravitational Observatory (EGO) - e importanti istituzioni culturali sul territorio e rientra nell'ambito di Giovanisì, il progetto regionale per l'autonomia dei giovani.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 gennaio al 27 dicembre 2020
    • piazza ciompi
  • Van Gogh e i maledetti, la mostra torna a Firenze

    • dal 1 agosto al 8 dicembre 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Kevin Francis Gray, la mostra a Firenze

    • dal 2 giugno al 21 dicembre 2020
    • Museo Stefano Bardini
  • "Farulli 100": cento concerti nel centenario della nascita del grande violinista

    • dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento