Festa della Toscana - musiche, danze, costumi e sapori con i Lorena

Per ricordare il periodo fecondo sia per le arti, per la cultura, per la scelta dei diritti umani, per gli usi, le consuetudini, i costumi, le musiche, le danze e i sapori di quel periodo, grazie al Granducato dei Lorena in Toscana, OMEGA, con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, organizza un evento che riassumerà il periodo favorevole di tutte queste forme innovative di quel periodo.

Grazie innanzitutto al granduca Leopoldo, furono possibili, partendo proprio dalla Toscana. L'abolizione della pena di morte. Nacque il primo quartetto d'archi formato da Nardini, Manfredi, Boccherini, Cambini, e tantissime altre innovazioni, che verranno elencate durante l'evento del 18 febbraio. Saranno infatti proprio alcuni dei brani di questi musicisti toscani che formarono il primo quartetto, che verranno suonati dall'Orchestra di OMEGA, con la partecipazione del chitarrista Marco Annunziati, e danzati in costumi d'epoca dal duo Manuela Rapi e Alessandro Ciardini. I due famosi ballerini si esibiranno in alcuni brani dalla Musica notturna di Madrid, nel celebre Minuetto, e nel Fandango tratto dal quintetto n. 4 in Re maggiore L. Boccherini. Altri brani saranno di Nardini, Haendel e Mozart. Interverrà il giornalista Paolo Pellegrini, esperto in arte, cultura ed enogastronomia, che ci condurrà nell'atmosfera di quel periodo.

L'ingresso è libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 gennaio al 27 dicembre 2020
    • piazza ciompi
  • Van Gogh e i maledetti, la mostra torna a Firenze

    • dal 1 agosto al 8 dicembre 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Kevin Francis Gray, la mostra a Firenze

    • dal 2 giugno al 21 dicembre 2020
    • Museo Stefano Bardini
  • "Farulli 100": cento concerti nel centenario della nascita del grande violinista

    • dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento