rotate-mobile
Eventi

Le mostre da non perdere a Firenze

Dagli Uffizi al museo dell'Opera del Duomo

Le mostre imperdibili a Firenze nel 2022.

Uffizi

Enormi iguana cornute, una tigre rossa accucciata nel bel mezzo della sala della Niobe, inedite versioni della Medusa con la testa brulicante di zanne e becchi appuntiti: è una vera e propria legione di creature fantastiche quella che popola gli Uffizi in Seduzione, esposizione dell’artista belga Koen Vanmechelen, accolta nella Galleria delle Statue e delle Pitture dal 18 gennaio al 20 marzo.

30 le installazioni disseminate tra i capolavori del museo. Il loro forte impatto visivo e concettuale accompagnerà i visitatori dall’ingresso, lungo i corridoi, alla sala del cosiddetto ‘ricetto delle iscrizioni’ tra quella di Leonardo e quella di Raffaello e Michelangelo al secondo piano fino alle sale della pittura caravaggesca e fiamminga che concludono l’itinerario al primo.

Vanmechelen, pittore, scultore, performer, figura eclettica i cui interessi spaziano dall’antropologia alla bioetica, dalla tutela dei diritti umani alla bio-genetica, incentra la sua ricerca sui concetti di ibridazione (delle specie animali e vegetali) e contaminazione (delle tecniche espressive e dei materiali).

Galleria dell'Accademia

Dal 15 febbraio alla Galleria dell'Accademia di Firenze è visibile la mostra "Michelangelo: l’effigie in bronzo di Daniele da Volterra", a cura della direttrice Cecilie Hollberg. Una mostra da record in quanto per la prima sono esposti in un’unica sede i nove busti in bronzo di Michelangelo, attribuiti a Daniele da Volterra.

Insieme alle tre opere già conservate a Firenze alla Galleria dell’Accademia, al Museo Nazionale del Bargello e a Casa Buonarroti, saranno esposti importanti prestiti da vari musei internazionali e italiani come: il Musée du Louvre e il Musée Jacquemart-André a Parigi, l'Ashmolean Museum a Oxford, i Musei Capitolini a Roma, il Castello Sforzesco-Civiche Raccolte d’Arte Applicata a Milano e il Museo della Città “Luigi Tonini” a Rimini.

Museo dell'Opera del Duomo

Una mostra grandiosa che celebra uno dei più grandi artisti italiani: Michelangelo. Al museo dell'Opera del Duomo sarà visitabile, dal 24 febbraio al 1 agosto, la mostra "Le tre pietà di Michelangelo. Non vi si pensa quanto sangue costa".

L'esposione pensata in occasione mette per la prima volta a confronto, vicina l'una all'altra, nella sala della Tribuna di Michelangelo del Museo, l'originale della Pietà Bandini, di cui è da poco terminato il restauro, e i calchi della Pietà Vaticana e della Pietà Rondanini provenienti dai Musei Vaticani.

Le immagini della mostra e il video

Palazzo Strozzi

Dopo Jeff Koons Palazzo Strozzi ospiterà una mostra dedicata al Rinascimento in collaborazione con Musei del Bargello. Dal 19 marzo 2022, infatti, i musei fiorentini ospiteranno la mostra "Donatello, il Rinascimento", un'esposizione che mira a ricostruire lo straordinario percorso di uno dei maestri più importanti e influenti dell’arte italiana di tutti i tempi, a confronto con capolavori di artisti come Brunelleschi, Masaccio, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Raffaello e Michelangelo.

A settembre 2022 il museo fiorentino ha in programma la mostra personale dedicata al celebre artista internazionale Olafur Eliasson. Curata da Arturo Galansino, l’esposizione sarà la più ampia mai realizzata in Italia dall’artista e permetterà di immergersi nel mondo artistico di Olafur Eliasson attraverso un’ampia panoramica di opere della sua trentennale attività, ma anche tramite nuove opere pensate appositamente per Palazzo Strozzi. Chi è Olafur Eliasson.

In aggiornamento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mostre da non perdere a Firenze

FirenzeToday è in caricamento