Nuovo libro di Giovanna M. Carli dedicato a Florence Nightingale

Domani 12 maggio, a duecento anni dalla nascita della Signora con la lanterna. Un titolo semplice: "Florence Nightingale. Nata a Firenze" per ricordare, domani che ricorrono i duecento anni dalla nascita, la fondatrice dell'assistenza infermieristica moderna: fu la prima ad applicare il metodo scientifico grazie all'utilizzo della statistica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Il nuovo libro di Giovanna M. Carli è dedicato a Florence Nightingale Domani 12 maggio, a duecento anni dalla nascita della Signora con la lanterna Un titolo semplice: "Florence Nightingale. Nata a Firenze" per ricordare, domani che ricorrono i duecento anni dalla nascita, la fondatrice dell'assistenza infermieristica moderna: fu la prima ad applicare il metodo scientifico grazie all'utilizzo della statistica. L'autrice è Giovanna M. Carli, nota critica d'arte toscana, che ai primi di maggio ha rivolto un appello alle autorità toscane affinché si celebrasse la figura di questa importante signora, nata a Firenze. Nel libro, distribuito da domani, su Amazon, sia la versione ebook che la versione cartacea, si cerca di ricostruire la vita avventurosa e non priva di pericoli di Flo, così era chiamata in famiglia, la cui vocazione a 17 anni di età era già chiara: ricorda di essere stata chiamata da Dio a servire l’umanità e a soli 24 anni Florence annuncia ufficialmente alla famiglia che diventerà infermiera contravvenendo alla mentalità del tempo, le infermiere erano considerate "sguattere" e per una ragazza di buona famiglia il futuro era un buon matrimonio e una vita da moglie e da madre. Carattere fiero e ribelle, il suo, Florence ha avuto una rigida educazione umanistica. Ma il padre, suo principale precettore, era un pioniere dell’epidemiologia e dalla ragazza molto ammirato mentre il nonno materno William Smith è stato un leader politico britannico indipendente, un dissenter inglese, determinante in molte campagne per la giustizia sociale, la riforma carceraria un grande filantropo che si è molto battuto per l'abolizione della schiavitù . Ed è questa donna, che lavora indefessamente, circondata da uomini, che ricorda alle donne, lo ha scritto in un suo breve saggio dal titolo Cassandra, dove esprime il timore di restare inascoltata di liberarsi dalle convenzioni sociali che le riducono alla pigrizia mentale e a sottovalutare spesso le proprie capacità. Un figura spesso trascurata quella di Florence che Giovanna M. Carli ha voluto omaggiare proprio nella ricorrrenza dai duecento anni dalla sua nascita a Firenze, dedicandole un contributo che esce proprio il 12 maggio 2020.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento