menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorno della Memoria a Empoli: proiezioni di filmati nelle scuole per ricordare le vittime della Shoah

Tre video dedicati al ricordo e alla memoria. Tre video che raccontano tre esperienze diverse, unite dal desiderio e dal dovere di raccontare alle nuove generazioni ciò che è accaduto

Nessun evento, ma proiezioni dei filmati in 82 classi degli istituti di ogni ordine e grado cittadini. Iniziativa del Comune insieme ad Aned ed Unicoop Firenze

Tre video dedicati al ricordo e alla memoria. Tre video che raccontano tre esperienze diverse, unite dal desiderio e dal dovere di raccontare alle nuove generazioni ciò che è accaduto. L’emergenza sanitaria non ferma le celebrazioni per il “Giorno della Memoria”, che ricorre domani, mercoledì 27 gennaio 2021.

L’amministrazione comunale di Empoli ha organizzato in collaborazione con le scuole cittadine e col supporto di Aned e di Unicoop Firenze eventi online proponendo a studentesse e studenti momenti di riflessione in classe attraverso la visione di tre contributi video. Coinvolte qualcosa come 82 classi fra gli istituti aderenti, tutti rappresentati, dalle primarie alle secondarie di primo grado dei comprensivi Est e Ovest, agli alunni più grandi delle superiori. In particolare sono 13 classi delle primarie, 28 delle medie e addirittura 41 delle superiori.

"Visti i tempi della pandemia abbiamo adeguato alla situazione la nostra proposta per questo 27 gennaio. Non era possibile organizzare eventi, incontri o iniziative – sottolinea il presidente del Consiglio Comunale Alessio Mantellassi, con delega alla cultura della memoria - . Abbiamo pensato a una proposta didattica digitale formata da tre video interessanti e tematicamente differenti per consentire comunque una riflessione su questo tema. 82 classi sono un dato che ci entusiasma. Ringrazio gli insegnanti delle nostre scuole, l'ANED e Unicoop Firenze per la loro preziosa collaborazione".  

"Da parte nostra - spiega il presidente della sezione Aned Empolese-Valdelsa, Alberto Michelucci - siamo stati ben felici di partecipare a questa iniziativa. Anche se il momento è particolare vista la pandemia non dobbiamo mai in alcun modo abbassare la guardia su certi temi. La difesa della memoria è un valore sul quale non possono esserci mai cedimenti, lo dobbiamo prima di tutto a coloro che hanno attraversato quei periodi bui ma soprattutto alle giovani generazioni".

“Ogni anno il Giorno della Memoria ci chiama ad una riflessione sull'importanza di ricordare quello che è accaduto, perché non succeda più. I ragazzi sono il nostro futuro ed è a loro, come dice Liliana Segre, che vogliamo affidare un messaggio di pace e di speranza. In questo momento in cui la scuola è di nuovo fortunatamente al centro della vita degli studenti forniamo ai ragazzi uno strumento, la testimonianza della senatrice a vita, che potrà aiutarli a capire cosa è stata la Shoah, perché la conoscenza è alla base della crescita di cittadini consapevoli e capaci di scegliere” afferma Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze.  

I video – La proposta di ANED per le Scuole Primarie prende il titolo di ‘Empoli nella guerra: la deportazione’, due i filmati a disposizione: “I 530 di Empoli - Bella Ciao” e “Quel Marzo del '44”.

Da Unicoop Firenze, per gli istituti comprensivi della Toscana è stato messo a disposizione attraverso l'invio di una chiavetta USB l’intervento integrale della senatrice Liliana Segre, da pochi giorni ufficialmente cittadina onoraria di Empoli, tenuto presso la cittadella della Pace di Rondine lo scorso ottobre, ultima lezione pubblica della stessa senatrice. Il video è già disponibile online anche al link.

A seguito di questa iniziativa è stata inoltre proposta alle scuole di Empoli la partecipazione al percorso sulla Memoria che fa parte delle proposte educative di Unicoop Firenze realizzato con la collaborazione dell’Istituto Storico della Resistenza Toscano.

Descrizione dei video

"Quel marzo del '44"

Video realizzato da Nuria Biuzzi e Cristian Gonnelli, per conto di Associazione Nazionale Ex Deportati di Empoli. Il video racconta il dramma di centinaia di empolesi che furono deportati nei campi di concentramento in Austria e Germania, attraverso le testimonianze dei familiari e di due partigiani friulani, Riccardo Gruppi e Ljubo Susic. Il documentario prende spunto dai rastrellamenti notturni che seguirono gli scioperi del 4 Marzo del 1944; il reportage dà anche conto dello straordinario lavoro che l’A.N.E.D. porta avanti, da anni, sul territorio per non dimenticare gli orrori delle guerre e delle dittature, organizzando nel mese di maggio “Il viaggio della Memoria”, coinvolgendo i ragazzi delle scuole del Circondario.

"I 530 di Empoli - Bella Ciao"

Video a cura di Paolo Santini per conto di Associazione Nazionale Ex Deportati di Empoli. Il video informa e racconta tutti i principali avvenimenti dal bombardamento di Empoli del 26 dicembre 1943 fino alla partenza dal nostro territorio dei 532 volontari che partirono il 13 febbraio 1945 per contribuire alla guerra di liberazione nazionale, per liberare l’Italia da fascisti e nazisti. Realizzato in occasione del 75° anniversario della ricorrenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Casting per il nuovo film di Pieraccioni: come fare domanda

social

Cake Star a Prato: le tre pasticcerie in sfida

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento