rotate-mobile
Eventi

Giornata contro la violenza sulle donne: le iniziative a Firenze e dintorni

In 10 anni in Toscana ammazzate 101 donne

Domani, 25 novembre, è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Molte le iniziative promosse anche a Firenze e nel resto della Toscana, all'indomani dei ultimi dati diffusi dall'Osservatorio regionale: 101 donne ammazzate nella nostra Regione in 10 anni, tra il 2006 e il 2016. Di seguito alcune delle iniziative che si svolgeranno in Toscana e a Firenze.

Tra le iniziative organizzate dal Comune di Firenze, ci sarà una partita di solidarietà, una sfida di calcio a sette in programma allo stadio Bozzi di via Borgonovo tra il Palazzo Vecchio Football Club e la Nazionale delle parlamentari italiane. A dare il calcio d’inizio, alle ore 15, sarà il sindaco Dario Nardella. All’iniziativa parteciperà l’associazione Artemisia.

Anche a Firenze sarà Orange Day, l’iniziativa del Comitato Nazionale UN Women Italia all’interno della Campagna UNiTE per l’eliminazione della violenza sulle donne, lanciata nel 2008 dal Segretario Generale delle Nazioni Unite. Ad illuminarsi di arancione sarà il Ratto delle Sabine della Loggia dei Lanzi in piazza della Signoria .

Presso Zap (vicolo di Santa Maria Maggiore 1) sono previste altre iniziative: ‘Non chiamatelo raptus’, campagna di sensibilizzazione di Anarkikka (in programma fino al 10 Dicembre presso l’area espositiva delle associazioni: Artemisia, Cam, Nosotras); ‘Difesa Donna’, workshop di antiagressione femminile; ‘Noi la vediamo così. Lo sguardo dei giovani sulla visione della violenza’, workshop a cura di Nosotras; Show case del progetto ‘Sbarre MicCheck’ di CAT Cooperativa Sociale con la rapper Feny Ics; #Tu da che parte stai, campagna promossa da Artemisia con distribuzione di fiori e materiale informativo realizzati in collaborazione con la Coop sociale Flo e Toscana Aeroporti con il contributo di Informa Donna (anche domenica). Domenica 26 Novembre, sempre a Zap, è previsto un brunch multietnico con Nosotras (ore 11.00-13.30). Sempre domani, alle 11.30 con l’assessore alla toponomastica Andrea Vannucci, è prevista l’intitolazione di sette sale del complesso delle Murate a sette donne che hanno lasciato un segno nella storia di Firenze e dell’Italia.

Unicoop Firenze lancia una campagna per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle molestie, dello stalking e della violenza sulle donne, problematica che si consuma soprattutto tra le mura domestiche: #liberedallapaura. Dal 25 novembre sarà attivo il nuovo sito www.liberedallapaura.it sul quale sarà possibile dare il proprio contributo, scrivendo una frase sul tema della libertà di essere donna. Le frasi e i contributi saranno raccolti e restituiti come raccolta disponibile sul sito, insieme a altri materiali relativi all’iniziativa 2016 “Parla con lei”, sul tema del rapporto uomo donna.

Domani alle 11 presso il Centro di Ponte a Greve, flash mob ideato e realizzato dalle associazioni Da uomo a uomo e ASD Firenze Oltrarno Pattinaggio, in collaborazione con le sezioni soci Coop Firenze sud ovest e Scandicci. La coreografia sarà incentrata sulla figura femminile: con un gioco di pattini, specchi e musica, i pattinatori coinvolgeranno il pubblico presente per stimolare una reazione e una riflessione sui comportamenti quotidiani dai quali possono originarsi fenomeni di violenza fisica e psicologica.

A Lastra a Signa due appuntamenti: alle 16 al Cinema Teatro delle Arti si terrà la proiezione del film L’Amore rubato del regista Irish Braschi. La pellicola narra cinque storie di donne che si intrecciano accomunate dall’esperienza di un amore malato e da vicende di abusi. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Dacia Maraini. Dopo la visione del film, alle 18, da via Matteotti partirà una fiaccolata fino al Centro sociale residenziale in via Togliatti. Sarà possibile partecipare alla fiaccolata indossando un fiocco rosso fornito dal Laboratorio Auser.

L'Osservatorio Pari Opportunità dell'Auser Toscana ha promosso una serie di eventi (tutte le associazioni dell'Auser Toscana esporranno per una settimana un fiocco rosso contro la violenza sulle donne): a Livorno la squadra di calcio scenderà in campo con uno striscione contro il femminicidio, ad Empoli verrà collocato in tutti i negozi il fiocco rosso e un cartello che recita “25 novembre 2017 No contro le violenze”. Ad Empoli, sabato 25, la piazza Vittoria sarà illuminata di rosso e sarà collocata una panchina rossa dove chiunque potrà lasciare la propria testimonianza.

Al Teatro comunale dell'Antella domenica 26 novembre alle 17 al Teatro comunale di Antella la performance degli attori Valentina Testoni e Matias Endrek, dal titolo "Prospettive Sottinsù: è tutta una questione di punti di vista". Ad organizzarlo è il Comitato “Vivere all'Antella” che da anni si fa promotore di attività di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e sui minori. L'incontro è a ingresso gratuito e si svolge con il patrocinio del Comune: gli attori porteranno sul palcoscenico le risposte emotive dei bambini spettatori di violenza, sia verbale che fisica. Il palazzo comunale di Bagno a Ripoli si illuminerà di rosso. A Grassina sarà invece il Centro Commerciale Naturale “Grassina e le sue Botteghe” a illuminare di rosso per tre giorni, da venerdì 24 fino a domenica 26, gli alberi di piazza Umberto I per dire “No” alla violenza sulle donne.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata contro la violenza sulle donne: le iniziative a Firenze e dintorni

FirenzeToday è in caricamento