Domenica, 24 Ottobre 2021
Eventi

Fuochi d'artificio diurni a Firenze grazie all'artista Cai Guo-Qiang

Il grande spettacolo sui cieli della città. Il sindaco: "Siamo certi che l'iniziativa inedita saprà parlare al cuore dei cittadini e dei turisti”

L’appuntamento è per domenica, 18 novembre, alle 16, con i fuochi d’artificio diurni a Firenze, realizzati dall’artista Cai Guo-Qiang. L’artista, infatti, eseguirà “City of Flowers in the Sky” un’esplosione di fuochi d’artificio diurni organizzata in collaborazione con il Comune di Firenze, e che introduce Flora Commedia: Cai Guo-Qiang agli Uffizi, la mostra personale di Cai Guo-Qiang che aprirà il 20 novembre alle Gallerie degli Uffizi, visibile fino al 17 febbraio 2019. In circa dieci minuti quasi 50mila fuochi d’artificio “sbocceranno” sullo sfondo del cielo di Firenze, culla del Rinascimento nota anche come Florentia o “città dei fiori”.

City of Flowers in the Sky si ispira alla Primavera di Botticelli ed è un’opera pirotecnica composta da un preludio e sei atti: Tuono primaverile, e a seguire, dio del vento dell’Ovest e dea della Terra, Nascita di Flora, Caduta di Venere, Le tre Grazie, Giardino spirituale e Giglio rosso, non a caso, l’artista ha ideato l’effetto pirotecnico di ogni scena dipingendo centinaia di disegni e il team di Liuyang, città in cui sono nati i fuochi d’artificio, ha contribuito alla realizzazione degli effetti speciali. Il progetto è stato realizzato grazie alla stretta collaborazione con due società italiane di fuochi d’artificio, Martarello S.r.l. e Domenico Mazzone & Co S.r.l., che hanno collaborato con le maestranze cinesi.
 
Una rappresentazione che Cai Guo-Qiang commenta: “Nei momenti d’esplosione potremmo immaginare di trovarci in un caos primitivo. Il passato e il presente si incontrano e le persone si accorgeranno profondamente del senso del tempo e dello spazio e si connetteranno con l’energia eterna e invisibile dell’Universo. La ricchezza della collezione degli Uffizi sembra traboccare dalle sue mura e fondersi con la città che la nutre. Si possono vedere i fiori nell’aria da tutte le parti della città e sentire realmente l’eccellenza e lo spirito delle opere d’arte dei nostri antenati”.

Così il sindaco Dario Nardella: “Firenze ha un rapporto speciale con i fuochi d’artificio, che una volta l’anno sugellano la festa del patrono San Giovanni. Siamo certi che anche questa iniziativa inedita, con fuochi diurni, saprà parlare al cuore dei cittadini e dei turisti che si fermeranno con lo sguardo in alto, affascinati dai colori e dalle figure evocative di Cai Guo-Qiang”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi d'artificio diurni a Firenze grazie all'artista Cai Guo-Qiang

FirenzeToday è in caricamento