Flamenco in musica, danza & rock in streaming per il progetto Ram Theatre

Il progetto RAM Theatre – Teatro Immateriale si arricchisce di una nuova proposta, inserendo nella sua programmazione in streaming la componente musicale, già parte integrante della ricerca di nuovi linguaggi e modalità di espressione partita nei mesi scorsi all’interno del canale web Formevisive, visitato ad oggi da migliaia di spettatori e che attualmente ospita circa 100 clip inedite e originali, nate ai tempi del lockdown.

RAM Theatre fa riferimento a questa esperienza: durante i tempi più difficili dell’emergenza pandemica, la compagnia Formediterre e il suo direttore artistico Antonio Minelli, ha voluto dare testimonianza, con la realizzazione del canale web Formevisive, di quanto l’espressione artistica sia necessaria, proprio nei momenti di crisi e di come sia impossibile far tacere la creatività che ogni artista esprime.

Nel momento in cui la possibilità di mettere in scena spettacoli dal vivo deve ancora affrontare diverse difficoltà logistiche e organizzative, la spinta di Formevisive si coniuga nel progetto RAM Theatre – Teatro Immateriale, che ridisegna la forma teatrale utilizzando il digitale, con tutte le potenzialità insite in questo strumento. Dalla realtà concreta delle rappresentazioni a quella immateriale, virtuale, attraverso il web tramite l’indirizzo www.formediterre.it/formevisive/ramtheatre.

In questa occasione RAM Theatre propone il concerto FLAMENCO in MUSICA, DANZA E ROCK del gruppo Flamenco Nuestro con Davide Cervellino (chitarra flamenca), Domenico Picciani (flauto), Fausto Picciani (batteria e percussioni), Antonio Lancellotti (basso elettrico), Saverio Orlando (chitarra elettrica) e Barbara Provenzale (danza).
Il concerto è stato registrato il 21 agosto 2019 alla Masseria San Nicola a Putignano, all’interno della rassegna estiva di Admoveo. La prima parte del concerto verrà trasmessa da martedì 14 luglio 2020 alle ore 21:30, a giovedì 16 luglio mentre la seconda parte da venerdì 17 luglio 2020, a domenica 19, sempre alla stessa ora.

Un contesto musicale dove lo scambio tra melodia e ritmo dà origine alla nascita ed allo sviluppo di una particolare attitudine artistica che ha il seme nel duende, espressività indefinibile e magica, incantesimo misterioso e ineffabile, che va risvegliato, nutrito e cresciuto. La pluridimensionalità del flamenco realizza una forma comunicativa che interagisce con la profondità dell´anima, nel tentativo di vivere il duende anche sul piano fisico ed emozionale, in quanto esso è desiderio del desiderio, autentica energia che accade in modo sempre diverso e tale da non passare inosservata o inavvertita.
Il gruppo Flamenco Nuestro, costituito da prestigiosi musicisti che provengono da diverse esperienze di musica etnica e jazz-rock, si ispira ad un sound decisamente flamenco contaminato da forti connotazioni stilistiche estranee al patrimonio musicale gitano-andaluso, quali il blues e il rock.
Sulla ricerca ritmica e melodica ruota l´energia compositiva dei brani originali, nei quali il clima musicale e acustico popolare abbraccia sonorità elettriche e cangianti favorendo la possibilità di fruire nuove sensazioni.

La visione è gratuita. Chi vuole contribuire può effettuare una donazione sulla stessa pagina del sito.

Per ulteriori informazioni:
+39 3331776789 (segreteria Formediterre) - +39 3453006477 (direzione artistica: Antonio Minelli).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Le opere di Jeff Koons tornano a Firenze: la mostra a Palazzo Strozzi

    • dal 1 settembre al 31 gennaio 2021
    • Palazzo Strozzi
  • Palazzo Strozzi s'illumina con l'opera di Marinella Senatore | FOTO

    • Gratis
    • dal 3 dicembre 2020 al 7 febbraio 2021
  • Maggio Musicale: un anno ricco di eventi, tra cui il concerto in piazza della Signoria

    • dal 30 agosto 2020 al 30 luglio 2021
  • Da Londra a Firenze: gli Uffizi espospongono il capolavoro di Joseph Wright of Derby

    • dal 6 ottobre 2020 al 24 gennaio 2021
    • Galleria degli Uffizi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento