Stars of american ballet al Museo Nazionale del Bargello

Un evento eccezionale dedicato a tutti gli appassionati della danza con protagoniste le stelle delle più importanti compagnie di danza americane: New York City Ballet, Boston Ballet e Miami City Ballet. Tre coppie di primi ballerini si esibiscono in un'indimenticabile serata proponendo alcuni tra i divertissements più coinvolgenti ed emozionanti della danza. Coppia di punta della serata quella formata da Amar Ramasar e Rebecca Krohn, Principals del New York City Ballet che ci sorprenderanno per la loro forza e la loro dinamicità prorompente.

 

I soli nomi delle compagnie americane sono garanzia di raffinatezza e di professionalità impeccabile. Negli Stati Uniti la prima e più prestigiosa compagnia è il New York City Ballet, diretta dal 1930 da George Balanchine, noto per i suoi balletti di danza pura, di grande fascino. Il Boston Ballet, prima compagnia di balletto del New England ha una reputazione nazionale e internazionale e 50 anni di storia di eccellenza. Il Miami City Ballet, una delle otto più importanti compagnie di balletto americane, vanta un repertorio classico e contemporaneo tra i migliori al mondo.

La straordinaria espressività e precisione dei Principals ci accompagnerà in un percorso attraverso il grande repertorio della coreografia d'autore a partire dal grandissimo George Balanchine, per arrivare all'attuale direttore del New York City Ballet Peter Martins, ex ballerino della compagnia fin dal 1967. George Balanchine è personalità impossibile da racchiudere in poche righe: immensa è la sua importanza nella storia della danza. Ha arricchito il repertorio del balletto mondiale con oltre 460 creazioni, e ha assicurato alla coreografia una corretta dimensione filosofica e culturale giocando un ruolo fondamentale per lo sviluppo della danza classica negli Stati Uniti. Una serata che guarda ai grandi del passato, ma anche al futuro con tre giovani coreografi, ma gia' di fama mondiale. Christopher Wheeldon che attualmente è divenuto coreografo residente del New York City Ballet, è valutato a tutti gli effetti uno dei migliori coreografi al mondo. Justin Peck, solista del New York City Ballet, è considerato l'erede dei grandi coreografi di balletto come Frederick Ashton, Antony Tudor, Jerome Robbins e a soli ventisei anni ha creato cinque balletti per il NYCB. Infine Yury Yanowsky, Principal del Boston Ballet che, sotto l'ala del Direttore Mikko Nissinen, sta creando diversi lavori di successo per la compagnia.

Una serata all'insegna della Grande Danza con protagonisti provenienti da alcune delle più prestigiose istituzioni della danza americana, uno spettacolo che coinvolgerà ed entusiasmerà il pubblico facendo vivere intense emozioni.

New York City Ballet Amar Ramasar e Rebecca Krohn

Boston Ballet Kathleen Breen Combes e Yury Yanowsky

Miami City Ballet Tricia Albertson e Renan Cerdeiro

coreografie George Balanchine, Peter Martins, Christopher Wheeldon, Justin Peck, Yury Yanowsky

musica Ray Charles, George Gershwin, György Ligeti,

Arvo Pärt, John Philip Sousa, Igor Stravinsky, Lucas Vidal

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

  • Riprogrammata la Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze (MIDA)

    • dal 24 aprile al 2 maggio 2021
    • Fortezza da Basso

I più visti

  • "All you can fuck": la mostra-denuncia di Adriana Luperto sui bordelli a tariffa forfettaria

    • dal 8 marzo al 8 aprile 2021
    • Crumb Gallery
  • Palazzo Strozzi "ferito": l'installazione di Jr

    • Gratis
    • dal 19 marzo al 22 agosto 2021
    • Palazzo Strozzi
  • Uffizi e Città di Firenze per Dante Alighieri: in piazza Signoria l'abete-scultura di Giuseppe Penone

    • Gratis
    • dal 25 marzo al 12 settembre 2021
    • Piazza della Signoria
  • Maggio Musicale: un anno ricco di eventi, tra cui il concerto in piazza della Signoria

    • dal 30 agosto 2020 al 30 luglio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento