Eventi

Tre giorni con l'Eredità delle Donne: il festival dove "le donne parlano"

Gli appuntamenti più attesi dell'Eredità delle donne, il festival di Serena Dandini ispirato all'Elettrice Palatina Anna Maria Luisa de' Medici

La sera inaugurale della quarta edizione del Festival l'Eredità delle donne parlerà di una una ferita aperta che fatica a rimarginarsi. Sul palco della Manifattura Tabacchi ci saranno Serena Dandini, Sabina Guzzanti, Chiara Valerio, Michela Murgia, Chiara Tagliaferri, Bellamy, Antonella Centra, Orsetta De Rossi, Michela Marzano, Tonia Mastrobuoni, Francesca Mannocchi, Marianna Aprile ed Elisa Cozza: tutte insieme, come in un coro, leggeranno "Ferite a morte", il testo diventato cult di Serena Dandini e che ha segnato il movimento di denuncia del femminicidio. La sua attualità dimostra come le donne di oggi stiano combattendo le lotte delle donne di ieri, molto è cambiato, ma altrettato è rimasto invariato. "Sono cambiate le mode, i linguaggi, le forme, ma ci troviamo unite in battaglia in quanto lottiamo ancora contro stereotopi, pregiudizi... c'è bisgono di fare ancora molto" ha spiegato Serena Dandini durante la conferenza stampa a Palazzo Vecchio.

Nei locali della Manifattura si alterneranno grandi donne italiane e non solo, tra i nomi più attesi: la femminista americana Gloria Steinem in dialogo con Laura Boldrini; la ricercatrice Hatice Cengiz intervistata da Andrea Purgatori; l’economista Noreena Hertz; il premio Oscar Geena Davis in conversazione con Serena Dandini; il filosofo e scrittore Paul B. Preciado al Gucci Garden in dialogo con Chiara Valerio. Come ama ripetere Dandini: "Questo non è un festival in cui le donne parlano di donne, ma un festival in cui parlano".

Dal 22 al 24 ottobre Firenze farà da palco alla "Next Generation Women", questo il titolo del Festival, che vuole mettere in dialogo la nuova generazione di donne europee e del mondo con le voci storiche del femminismo.

"Questo festival ha come matrice una donna, Anna Maria Luisa de' Medici, che salvò i tesori di Firenze con il Patto di Famiglia. Per questo sono molto felice che la città ospiti per la quarta edizione il Festival" ha dichiarato il sindaco Dario Nardella.

L'Eredità delle donne: gli eventi più attesi

Sette incontri sui temi dell’attualità nel segno del confronto tra generazioni, due panel interamente dedicati a scienza e inclusività, due serate e tante ospiti che si alterneranno sul palco, tra icone del femminismo, premi Oscar, economiste, accademiche, attiviste, scienziate, autrici, giornaliste e pioniere in tutti i campi del sapere. Ampio spazio anche ai libri, con dodici presentazioni di cui quattro in prima italiana. Ad aprire e chiudere il festival, invece saranno due eventi speciali con ospiti d’eccezione.

La tre giorni fiorentina si aprirà con un evento d’eccezione: l'incontro "Corpo celeste" di cui sarà protagonista al Gucci Garden Paul B. Preciado, filosofo, scrittore e figura di riferimento della teoria queer e degli studi di genere. In contemporanea all’uscita del suo nuovo libro “Sono un mostro che vi parla” pubblicato da Fandango Libri, Preciado dialogherà con Chiara Valerio, matematica e autrice, con la partecipazione di Serena Dandini (venerdì 22, ore 18 – ingresso su prenotazione).

Grande attesa per Ferite a Morte, che il 22 ottobre prevederà una lettura collettiva del testo di Serena Dandini (ore 20.30, sala Festa – ingresso su prenotazione).

Sabato 23 è la volta de “Le valorose”, la seconda serata condotta da Serena Dandini, dedicata alle donne che, in ambiti diversi, nei media e nella politica, hanno segnato la storia (ore 20.30, sala Festa – ingresso su prenotazione). Si inizia con il ritratto di Angela Merkel, tracciato dalla giornalista Tonia Mastrobuoni; a seguire, la video intervista esclusiva registrata con il premio Oscar Geena Davis, a trent'anni dal film Thelma & Louise, "Ovviamente non potrà mancare la domanda Come Thelma ti ha cambiata, perché diciamolo apertamente il film ha cambiato tutte noi 30 anni fa" spiega Dandini in conferenza. E poi ancora Tinny Andreatta, vice presidente serie italiane originali Netflix; a seguire Madeline Di Nonno, presidente Geena Davis Institute on Gender in Media, che ha recentemente annunciato la collaborazione con NBC Universal (in collegamento); in chiusura la testimonianza di Lilli Gruber. La serata si conclude con la prima italiana del documentario “Youth V Gov” diretto da Christi Cooper, menzione d’onore della giuria al Bentonville Film Festival (ore 22.15, sala Cinema).

Protagonista dello speciale evento conclusivo della manifestazione sarà l’icona Gloria Steinem, giornalista e femminista che ha scritto la storia del movimento di liberazione delle donne, in un dialogo d’eccezione con la deputata ed ex presidente della Camera Laura Boldrini (domenica 24, ore 17.45, sala Festa).

E ancora, il confronto tra l'europarlamentare Alexandra Geese, figura di riferimento del movimento "Half of It", con l'economista Carlo Cottarelli, già direttore del Fondo Monetario Internazionale, che saranno protagonisti del panel a tema economia, con la partecipazione di Antonella Centra, Executive Vice President General Counsel, Corporate Affairs & Sustainability di Gucci. Nel suo intervento al festival Carlo Cottarelli presenterà – inoltre – i lavori dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani sul tema cruciale della formazione universitaria delle ragazze e post laurea.

Hatice Cengiz, la compagna del giornalista saudita Jamal Kashoggi, intervistata da Andrea Purgatori, con la partecipazione di Emma Bonino (in collegamento); Noreena Hertz, tra le più influenti economiste al mondo, a Firenze per la prima presentazione internazionale in presenza del best-seller "Il secolo della solitudine" (Il Saggiatore); la scrittrice di culto Erica Jong (in collegamento); la fotografa internazionale Donna Ferrato, la prima a ritrarre nei suoi scatti la violenza domestica; la giornalista e attivista afghana Rahel Saya, Premio internazionale Biagio Agnes 2021.

Tra le relatrici italiane, spiccano i nomi della ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, della virologa Ilaria Capua, della senatrice Elena Cattaneo, dell'architetta Elisabetta Trezzani. E ancora, gli appuntamenti con Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, e con Sabina Guzzanti intervistata da Dandini.

Ma come anticipato non mancheranno le giovani grandi donne: Virginia Stagni, la più giovane manager nella storia del Financial Times; Arianna Muti, studentessa dell'Università di Bologna che ha messo a punto un algoritmo che smaschera i tweet sessisti; Jennifer Guerra, voce emergente del nuovo femminismo. Veronica Yoko Plebani, atleta olimpica, medaglia di bronzo nel Triathlon Paralimpiadi 2021 a Tokyo e di Maria Sole Aliotta, responsabile D&I Atlantia, con la moderazione di Eva Giovannini. L'incontro con l'atleta rientra nel panel dedicato all'innovazione e inclusività nel quale parleranno anche  Linda Raimondo, divulgatrice scientifica e aspirante astronauta; Paola Catapano, giornalista scientifica a capo della comunicazione audio-visuale al CERN; Raffaella Poggi D’Angelo, responsabile People care & diversity Enel e con la moderazione di Elisabetta Tola (sabato 23, ore 18.15, sala Cinema).

La città ha risposto con grande entusiamo e sono più di 180 gli eventi del programma Off, ovvero quelli organizzati da associazioni, privati e che animeranno luoghi e spazi cittadini.

Tutti gli eventi in programma a Firenze tra il 22 e il 24 ottobre

Informazioni utili

Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento posti, ad eccezione delle serate in Manifattura Tabacchi e degli appuntamenti con Preciado, Guzzanti, Murgia e Tagliaferri su prenotazione attraverso il sito del festival. La partecipazione è consentita nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti.

Tutti gli appuntamenti de L’Eredità delle Donne saranno visibili in diretta streaming sul sito web e sulla pagina Facebook della manifestazione. I contenuti multimediali saranno presenti anche su Alfemminile, il portale del Gruppo GEDI.

L’Eredità delle Donne è un progetto di Elastica insieme a Fondazione CR Firenze, con la direzione artistica di Serena Dandini e la partnership di Gucci. Il festival si avvale della co-promozione del Comune di Firenze, del contributo di Atlantia, Enel, Intesa San Paolo, Poste Italiane e la partecipazione di Manifattura Tabacchi. A partire da quest’anno la manifestazione si arricchisce della collaborazione con Alfemminile, il portale del Gruppo GEDI, oggi punto di riferimento per il pubblico femminile di tutte le età. Il festival è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L'Eredità delle Donne è un progetto di Elastica insieme a Fondazione CR Firenze, con la direzione artistica di Serena Dandini e la partnership di Gucci. Il festival si avvale della co-promozione del Comune di Firenze, del contributo di Atlantia, Enel, Intesa San Paolo, Poste Italiane e la partecipazione di Manifattura Tabacchi. A partire da quest'anno la manifestazione si arricchisce della collaborazione con Alfemminile, il portale del Gruppo Gedi, oggi punto di riferimento per il pubblico femminile di tutte le età. Il festival è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre giorni con l'Eredità delle Donne: il festival dove "le donne parlano"

FirenzeToday è in caricamento