Eventi

Dal Meccanò allo Space: in un film la storia delle nostre discoteche

Lunedì sera alla Manifattura Tabacchi anteprima italiana di “Disco Ruin” con il dj Alex Neri. Ascesa e declino delle cattedrali del divertimento, un tempo luoghi magici ma oggi dimenticati

Dal Meccanò di Firenze all’Insomnia di Pisa, dal Kama Kama di Camaiore allo Space Electronic di Firenze. E poi il Tenax, l’Imperiale, il Piper, la Baia degli Angeli, il Bang Bang, l’Altromondo, l’Easy Going. In un documentario la storia delle discoteche toscane e italiane, molte delle quali non esistono più, raccontate tra gli altri dai deejay toscani Alex Neri e Francesco Farfa.

Appuntamento stasera, lunedì 5 luglio, alla Manifattura Tabacchi nell’ambito della rassegna di cinema e incontri promossa dalla Fondazione Stensen. Alle 21.30 sarà proiettato, in anteprima italiana, il documentario “Disco Ruin. 40 anni di club culture italiana” di Lisa Bosi e Francesca Zerbetto (Ita 2020, 115'). Un viaggio visionario, l’ascesa e il declino dell'Italia del clubbing, raccontati dai protagonisti di questa storia, tra notti in autostrada e afterhours che divorano il giorno. Quattro generazioni che vogliono essere messe in lista per entrare in questi luoghi di aggregazione e di perdizione, dove non conta che cosa fai di giorno, ma solo chi interpreti durante la notte. Quarant’anni in cui la discoteca ha prodotto cultura, arte, musica e moda.

“Disco Ruin” nasce dalla fascinazione evocata dalle rovine di centinaia di discoteche abbandonate in tutta Italia. Le “cattedrali del divertimento” sono state i più potenti luoghi di aggregazione per diverse generazioni. Hanno spostato migliaia di persone di tutte le classi sociali su e giù per l’Italia. Le discoteche come luoghi magici e di perdizione, di alienazione, in cui attraverso liturgie di gruppo si animavano e celebravano riti collettivi quasi tribali risvegliando istinti primordiali: la danza, la musica, l’incontro tra i sessi. Il film racconta un’Italia che non esiste più e che in molti non si sono accorti che sia mai esistita. Lo fa da un punto divista inedito, intimo e privilegiato, dall’interno di uno dei movimenti dance più riconosciuti al mondo

Prima del film, incontro dal titolo “40 anni di club culture italiana” con i deejay toscani Alex Neri e Francesco Farfa, la regista Lisa Bosi e lo scrittore fiorentino Bruno Casini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Meccanò allo Space: in un film la storia delle nostre discoteche

FirenzeToday è in caricamento