Cinema

Cinema: a Dario Argento il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema

La cerimonia di premiazione si terrà domenica prossima al Teatro Romano di Fiesole. Tavola rotonda col regista aperta a tutti, poi concerto e proiezione di Profondo Rosso

Dario Argento, il "regista dell'horror", come viene spesso definito, riceverà domenica prossima, 19 luglio, il prestigioso Premio Fiesole ai Maestri del cinema, nella splendida cornice del Teatro Romano di Fiesole. Il prestigioso riconoscimento è conferito dal Gruppo toscano del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, dal Comune di Fiesole in collaborazione con la Fondazione Sistema Toscana, nell'ambito della 68esima edizione dell'Estate Fiesolana.

Alle 18:30 sarà possibile incontrare Dario Argento ad una tavola rotonda, a ingresso libero, dove interverrano anche Marta Gastini (attrice in Dracula 3D), Francesco Bianconi (cantante e autore del romanzo La resurrezione della carne) e Claudio Simonetti. Seguirà la presentazione del libro sul regista italiano curato dal gruppo toscano del Sncci. In serata, alle 21:30, il concerto di Claudio Simonetti dei Goblin, a 40 anni dalla pubblicazione dell'album "Profondo rosso", musiche del film cult di Argento.

Dopo la cerimonia di premiazione, che si terrà alle 22:15, seguirà e la proiezione proprio di Profondo Rosso, del 1975, nell'edizione digitale restaurata a cura del Csc-Cineteca Nazionale (ingresso 10 euro, ridotto 7, per concerto e film).

Dario Argento diventa dunque 'maestro del cinema', al pari Giuseppe Tornatore, Terry Gilliam, Toni Servillo, Nanni Moretti, Gianni Amelio, Spike Lee, Bernardo Bertolucci, Robert Altman e Ken Loach, alcuni tra i premiati nelle edizioni precedenti. Il premio è stato istituito nel 1966. Una retrospettiva dei film di Dario Argento viene presentata anche nell'arena estiva di Firenze Apriti cinema, in corso in piazza Santissima Annunziata. La prossima proiezione di un film del 'maestro' sarà martedì 21 luglio con Il fantasma dell'Opera (1998).

"Da molti anni anche un autore eccentrico e provocatorio come Dario Argento - spiega Giovanni Maria Rossi, direttore artistico del Premio Fiesole - solo in apparenza confinato ai generi cinematografici giallo e horror, molto amato dal pubblico giovanile di tutto il mondo ma guardato con sospetto da parte della critica soprattutto italiana, ostinata erede del neorealismo, era entrato nel mirino del Premio Fiesole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema: a Dario Argento il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema

FirenzeToday è in caricamento