rotate-mobile
Economia

Vino, Firenze e la Toscana fanno ricca l'Italia

La regione è la seconda in Italia per ritorno economico, Firenze sesta provincia

Con 91 prodotti Dop Igp dei comparti Food e Wine la Toscana è la seconda regione italiana per ritorno economico delle filiere produttive vitivinicole di qualità, con 393 milioni di euro di valore alla produzione del vino sfuso e 90 milioni di impatto territoriale per l’agroalimentare. E' quanto emerge dal quattordicesimo Rapporto Ismea-Qualivita realizzato per conto del Ministero delle politiche agricole, indagine economica annuale sul settore food&wine italiano dei prodotti a qualità certificata.

La Toscana conta 58 prodotti vitivinicoli Dop Igp, con un contributo pari al 14% sul totale nazionale. La nostra regione si conferma la quarta in Italia nel comparto Food Dop Igp per numero di prodotti certificati (33) e seconda per numero di operatori (13.334). Il valore alla produzione agroalimentare regionale è di 90 milioni di euro, confermando la Toscana come nona regione italiana per valore economico generato con un contributo pari all’1% dell’intero settore nazionale Food Dop Igp.

Firenze, con 10 filiere del comparto Wine Dop Igp, è la sesta provincia italiana per valore economico generato, con una ricaduta di 105 milioni di euro del vino sfuso pari al 27% del settore regionale delle Ig vitivinicole e il 4% di quello nazionale. La produzione che contribuisce in misura maggiore a questo primato è il Chianti Classico Dop (47% del valore provinciale) seguito dalle altre filiere del territorio fra cui ChiantiDop (37%) e Toscano Igp (15%). Per il comparto Food Dop Igp, Firenze conta 13 produzioni che in termini di valore economico generano 7 milioni di euro in provincia, 52esimo posto nella classifica nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino, Firenze e la Toscana fanno ricca l'Italia

FirenzeToday è in caricamento