rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Economia

Ucraina, gli esercenti nella morsa del caro energia: "Rischio inflazione all'8%, imprese toscane vicine all'emergenza strutturale"

Confesercenti traccia un quadro fosco: minori consumi per 2,1 miliardi di euro e -2,8 miliardi dell'aumento previsto del Pil

A due anni dall’inizio della crisi innescata dal Covid-19 - i cui danni sono ancora da recuperare - una nuova emergenza sta investendo la nostra economia. L’effetto della corsa dei prezzi di energia, gas e carburanti, esasperata dalla crisi Ucraina, rischia infatti di portare già nel 2022 il tasso di inflazione all’8%: un livello che in Italia non si vedeva dagli anni ‘80 e che solo in Toscana potrebbe costare quest’anno 2,1 miliardi di euro in minori consumi e una riduzione di 2,8 miliardi dell’aumento previsto del prodotto interno lordo. A lanciare l’allarme è Confesercenti Toscana.

Ucraina, scatta l'allarme anche nell'edilizia: "Aumento dei costi energetici e dei materiali, urge intervenire"

"Mentre ancora stentiamo ad uscire da un’emergenza sanitaria, altre due emergenze bussano alle nostre porte, alle porte delle nostre imprese e alla porta del nostro Paese - afferma Nico Gronchi, presidente di Confesercenti Toscana -: il caro-energia e l’effetto del conflitto in Ucraina. Il rischio per la nostra economia e per le nostre imprese è quello di entrare in una condizione di “emergenza strutturale”".

L’EFFETTO DELLA GUERRA IN UCRAINA

    +8%: il tasso di inflazione per quest’anno
    -41 miliardi: la riduzione dell’aumento previsto del Pil italiano per il 2022, di cui 2,8 mld in Toscana
    -26,1miliardi: i minori consumi nel 2022, di cui 2,1 mld in Toscana

Crisi Ucraina: pelletteria toscana a rischio

Nonostante gli interventi straordinari del Governo nel primo trimestre del 2022, i costi di energia elettrica e gas per famiglie e piccole imprese sono in crescita rispettivamente del +78% e del +71,5%. Un aumento monstre che - in termini reali - corrisponde ad una spesa aggiuntiva di oltre 800 euro all’anno per le utenze domestiche e ad una vera e propria stangata per le imprese, con aumenti fino a +12/15 mila euro annui per i ristoranti.

IL CARO ENERGIA

    +3,6%: l’aumento del costo dei servizi dell’acqua potabile
    +3,1%: l’incremento delle tariffe per la raccolta rifiuti urbani
    +71,5%: l’aumento della bolletta per il gas naturale
    +78%: l’aumento per l’energia elettrica

Ucraina, Toscana Domani: "Non solo accoglienza, si tutelino famiglie e imprese toscane da crisi energetica e agroalimentare"

Un impatto in parte moderato dalle misure già introdotte dall’esecutivo, ma che resta comunque drammatico per attività economiche e consumatori. Se i prezzi degli energetici non diminuiranno a breve, infatti, un’utenza domestica che consuma 1.400 m3 di gas e 2.700 kWh di energia elettrica nel 2022 rischia di veder lievitare il conto delle due forniture rispettivamente di +458 e +307 euro.

CARO-ENERGIA

CARO-ENERGIA2

E per le imprese, gli aumenti sono ancora più forti: un negozio di commercio alimentare di ortofrutta pagherà nel 2022 4.371 euro, 1.754 in più del 2021; un parrucchiere 8.108, per una maggiorazione di 3.307 euro sull’anno precedente; un bar 12.295 euro (+5.648 euro rispetto al 2021) e un ristorante 26.160 euro, con una spesa aggiuntiva vicina ai 12mila euro in più (+11.780).

Gronchi (Confesercenti): "Contenere tensione inflazionistica e costi energetici"

"Dobbiamo fare tutto il possibile per contenere la tensione inflazionistica – aggiunge Gronchi -, ma occorrono anche nuovi e più incisivi interventi per contenere i costi energetici per famiglie e imprese, a partire da misure per calmierare il costo della materia prima». «Le risorse ci sono - conclude Gronchi -: il solo aumento dei prezzi dei carburanti porterà nelle casse dello Stato 2,7 miliardi di euro di più in accise. Un tesoretto che dobbiamo utilizzare per tutelare le piccole imprese incentivando consorzi e gruppi di acquisto, agevolazioni fiscali e interventi su tasse".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, gli esercenti nella morsa del caro energia: "Rischio inflazione all'8%, imprese toscane vicine all'emergenza strutturale"

FirenzeToday è in caricamento