rotate-mobile
Economia

Tasse: Firenze, aumento dell'Irpef all'orizzonte?

L'imposta potrà crescere del 2 per mille. Alle città indebitate, compresa Firenze, la facoltà di introdurre un'addizionale

In attesa della pubblicazione del testo del Decreto Iegge 'Aiuti' varato questa settimana dal governo centrale, si fanno i conti su quanto previsto dall'articolo 43 del provvedimento, in base al quale alcuni Comuni italiani, capoluoghi di provincia, interessati da un deficit (la differenza tra le entrate e le uscite) procapite superiore a 500 euro potrebbero aumentare l'Irpef locale.

Lo spiega l'edizione odierna de La Nazione, sottolineando come i comuni con un debito (l'ammontare dei debiti contratti) pro capite superiore a 1.000 euro potrebbero anche aggiungere o sostituire l'aumento con una tassa di 2 euro per chi si imbarca in aeroporto. Il condizionale è d'obbligo, perchè si tratta di una possibilità e non di una indicazione.

Buco nella sanità toscana: mancano 330 milioni, pericolo commissariamento o tasse

Ad elaborare i dati sulla base dei rendiconti dei comuni 2020 è stato il Sole 24 Ore che elenca 23 capoluoghi con una platea di contribuenti di almeno 4 milioni e mezzo di persone. I comuni con un deficit superiore a 500 euro sono 18; quelli dove il debito è maggiore di 1.000 sono 5. Di questo ultimo elenco fanno parte Milano, Genova, Firenze, Catania e Venezia con un debito procapite che va da 2.500,5 euro del capoluogo lombardo ai 1.040 della città lagunare; al secondo posto c'è Genova (1.917 euro), seguita da Firenze (1.338,7) e Catania (1.108,2).

Nella più folta schiera dei capoluoghi dove il deficit è maggiore di 500 euro ad abitante rientrano: Napoli (2.674,2 euro), Reggio Calebria(1.959,2);Salerno (1.562,6), seguiti nell'ordine da Chieti, Potenza, Rieti, Torino, Vibo Valentia,Palermo, Lecce, Catanzaro, Andria, Alessandria, Avellino, Agrigento, Frosinone, Brindisi e Nuoro.

La 'spinta' al rotocco delle addizionali - già attuata dalla Regione - non è obbligatoria. L'articolo, in base all'ultimo testo disponibile, sottolinea ancora il Sole 24 Ore, prevede 60 giorni di tempo ai Comuni per aderire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse: Firenze, aumento dell'Irpef all'orizzonte?

FirenzeToday è in caricamento